Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Proteggere gli animali dal caldo: ecco i consigli ENPA

Proteggere gli animali dal caldo: ecco i consigli ENPA

Come ogni anno, ENPA ha stilato una serie di consigli utili a prevenire i danni causati dal caldo. La protezione di un animale, a qualunque specie esso appartenga, è vitale per evitare insolazioni e colpi di calore che possono rivelarsi persino letali in individui anziani, appartenenti a specifiche razze (si pensi ai Bulldog o ai Carlini, per quanto riguarda i cani, o ai Persiani, per quanto riguarda i gatti) o sofferenti di determinate patologie.

L’attenzione riservata agli animali durante il gelo invernale va ripetuta durante l’afa estiva. Non è difficile. I consigli da seguire sono semplici e immediati, e possono essere messi in pratica da chiunque.

Ecco a cosa prestare attenzione.

Mai dimenticare un animale incustodito dentro l’auto. All’interno dell’abitacolo, infatti, la temperatura  interna può toccare anche i 70°, e aprire i finestrini serve a ben poco. E’ una distrazione che può costare la vita del vostro amico a 4 zampe.

Segnalare la presenza di un animale chiuso all’interno di un’auto. L’intervento, in questi casi, può essere provvidenziale. In questi casi, se non si riesce a risalire al proprietario della vettura, bisogna subito allertare le forze dell’ordine, e fino al loro arrivo, creare ombra con dei giornali sul parabrezza e versando un po’ di acqua per bagnare l’animale o farlo bere se i finestrini non sono completamente chiusi.

Abbassare la temperatura in caso di ipertermia. Se il cane ha la pelle bollente, fa fatica a respirare e barcolla è necessario subito intervenire bagnando la testa con acqua fresca e applicando all’interno della coscia dei siberini coperti con un canovaccio di cotone, per evitare di ferire la pelle.

Evitare le passeggiate nelle ore più calde della giornata. Il cane rischia il colpo di calore e di scottarsi le zampe sull’asfalto bollente. Inoltre, quando si esce è opportuno portare con sé una bottiglietta d’acqua e una ciotolina.

Usare la crema solare. Anche i nostri amici a 4 zampe possono scottarsi. Per proteggerli basta applicare un solare ad alta protezione sulle punte delle orecchie e le estremità bianche prima di uscire.

Usare l’antiparassitario. La prevenzione, in questo senso, è tutto, e questo vale non solo per i cani e per i gatti, ma anche per i conigli e le cavie.

Tenere pulito il luogo in cui vive l’animale.

Non esporre l’acquario al sole diretto. Per i pesciolini può essere letale. Inoltre, bisogna cambiare l’acqua regolarmente. Anche gli uccellini non devono mai essere lasciati sul balcone al sole diretto. Le gabbiette vanno posizionate in un luogo fresco e ombreggiato.

Foto: repertorio (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. NON LASCIATE CHE COMUNQUE IL CANE, GATTO RIMANGANO FUORI SOTTO IL SOLE PER MOLTO TEMPO, DELLE VOLTE, SPECIE I CANI ANZIANI RIMANGONO AL SOLE, NON SI RENDONO CONTO DEL CALDO O NON POSSONO ALZARSI PER SPOSTARSI E RIMANGONO LI. TOCCA A NOI VEGLIARE E METTERLI AL OMBRA E DARGLI DA BERE. COMUNQUE NELLE ORE PIU CALDE, BAGNARLI CON UN PO DI ACQUA FRESCA LI FA STARE MEGLIO. E FARLI AVERE ACQUA FRESCA SEMPRE!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com