Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / Lennox: inizia oggi la campagna mondiale, tutta in blu. PARTECIPIAMO

Lennox: inizia oggi la campagna mondiale, tutta in blu. PARTECIPIAMO

Inizia oggi la campagna mondiale per Lennox, il cane di Belfast sequestrato alla sua famiglia e condannato a morte perché “somiglia ad un pitbull”.

Mentre il tempo stringe e la situazione del cane si fa sempre più drammatica (qui tutte le notizie), il mondo si muove frenetico alla ricerca di una soluzione che, negli ultimi due anni (tutti trascorsi in detenzione in un luogo segreto, per Lennox, neanche fosse un terrorista internazionale), non s’è trovata.

Il cane è, a dispetto delle tante voci di corridoio, ancora vivo – e tecnicamente il Belfast City Council non potrà sopprimerlo fino a che qualunque opzione legale non venga esclusa. Nel frattempo, la famiglia di Lennox si consulta con i suoi legali alla ricerca di altri eventuali appigli.

Le condizioni di salute di Lennox e le sue cure rimangono, al momento, ignote. Proprio per questo la comunità animalista internazionale preme per avere notizie, e chiede – giustamente – al BFC di mostrare Lennox in pubblico in modo che possa almeno determinarsi, ad una prima occhiata, il suo stato generale.

Il caso potrebbe ora finire alla Corte Suprema di Londra e potrebbero esserci ulteriori opzioni, ancora tutte da valutare, inclusa la Corte Europea per i Diritti Umani. La petizione favorevole alla liberazione di Lennox ha, finora, raccolto quasi 150,000 firme ed è necessario che continui a girare.

Peter Robinson, l’attuale Primo Ministro dell’Irlanda del Nord e leader del DUP, il Partito Democratico Unionista, si è definito profondamente insoddisfatto per la decisione della corte di sopprimere il cane, ma al contempo ha assunto un atteggiamento alla Ponzio Pilato, lavandosi le mani della questione e facendo notare che un caso che raggiunge la corte è fuori dalla portata dei politici (?).

Il dottor Roger Mugford, esperto di comportamento animale e leader della campagna di opposizione all’ingiusto trattamento dei cani, è il fondatore dell’Animal Behavior Centre. Proprio in questi giorni ha fornito una nuova chiave di lettura in merito alla vicenda di Lennox: “Lennox è diventato un’icona per gli amanti dei cani di tutto il mondo. Ci sono tanti altri cani come lui, e tutti meritano la stessa attenzione perché tutti sono ugualmente maltrattati dalle autorità. È giusto che Lennox venga visto come un ambasciatore per i migliaia che sono stati uccisi a causa del controllo indiscriminato dei cani. Sono felice che internet abbia reso chiara l’idiozia del Nord Irlanda nei confronti dei cani. È importante che la gente sappia quanto ingiusta sia questa situazione. La storia di Lennox è un messaggio molto potente ed è giusto che abbia scaldato il cuore di migliaia di persone. C’è un grande caos in merito ai cani di tipo pitbull. La ragione per cui il caso di Lennox è così popolare riguarda l’odio della gente per la Breed Specific Legislation. È paragonabile al dire: ‘Sbarazziamoci di tutti quelli coi capelli rossi o con il naso lungo per via del loro aspetto’. Ci sarebbero rivolte se una legge del genere riguardasse gli esseri umani, e allora perché non ci indigniamo ugualmente quando si tratta di bloccare una legge che riguarda gli animali? Scientificamente, non esiste prova di alcuna correlazione tra l’aggressione e una specifica razza di cane. E dovremmo vergognarci per come questo cane viene trattato”.

In corte, è stata una persona totalmente non qualificata a testimoniare l’aggressività di Lennox. Una persona pagata dallo stesso Belfast City Council. Qualunque esperto comportamentalista abbia esaminato Lennox si è schierato a favore del cane e ne ha chiesto l’immediata liberazione. E in effetti, la testimonianza di quest’uomo, Peter Tallack, non parla di nessuna aggressione: si limita a dire che Lennox, con quell’aspetto da pitbull, è “imprevedibile”.

Quando un caso giudiziario è macchiato da testimonianze come quella di Tallack o di Alexandra Lightfood, impiegata del canile in cui Lennox è detenuto, tutto andrebbe rifatto da zero e basato su testimonianze attendibili e prove inconfutabili. Peccato che, fino ad ora, nessuno abbia denunciato le irregolarità di questo “processo alle intenzioni”.

Il mondo, intanto, ha deciso di tingersi di blu per l’incrocio labrador/bulldog che dal 2010 tiene gli animalisti con il fiato sospeso. Il cane da terapia per la bimba disabile, l’animale che non ha mai dato segni di aggressività né contro animali, né contro persone e che è stato letteralmente rapito alla sua famiglia solo a causa della BSL, la Breed Specific Legislation che marchia come “sacrificabili” i cani di certe razze o i loro incroci.

La campagna mondiale per la Lennox Awareness inizia oggi ed è incentrata sul concetto del blue ribbon, ossia del “fiocco blu”.

Ovunque, in qualunque modo, l’obiettivo è creare consapevolezza per quanto sta accadendo a Lennox.

L’idea della blue ribbon campaign nasce dall’abitudine tutta americana di utilizzare fiocchi di vari colori come segno di solidarietà e di supporto a determinate cause. I fiocchi blu potranno essere utilizzati ovunque si desidera: legati attorno agli alberi, alle antenne dell’automobile, sui tetti, ai cancelli.

Oppure utilizzati come immagine del proprio profilo Facebook, Twitter, Google+, e per questo motivo alleghiamo a seguire l’immagine icona di questa campagna.

Il colore è il blu. Il nome da ripetere è Lennox. E il mondo si schiera con lui, cane muto e dimenticato rinchiuso dietro le sbarre di una prigione, senza alcuna colpa.

Si spera che la dimostrazione di supporto verso Lennox prenda piede in maniera massiccia, ovunque, e che continui nella speranza che il Belfast City Council, sentendosi con le spalle al muro e sotto l’occhio infamante dei riflettori, lo lasci andare a casa.

La campagna in blu è qualcosa che chiunque può realizzare, nel modo che ritiene più appropriato.

E allora vi proponiamo un’iniziativa: se partecipate a questa campagna, fotografate il vostro fiocco blu e inviateci l’immagine all’indirizzo teamall4animals@aol.com con un messaggio per Lennox. Chiedete alle vostre conoscenze di fare lo stesso. 

Noi creeremo un album e lo spediremo alla famiglia di Lennox e a tutte le istituzioni. Per dimostrare che anche l’Italia partecipa a questa lotta.

Nella foto: Lennox.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

31 Commenti

  1. Primo: evitare di fare esperimenti agli esseri viventi. Secondo: l’Irlanda prende la legge e se la ficca su per il
    c…

  2. mandalo lo stesso, cris, all’indirizzo teamall4animals@aol.com – non è mai tardi per mostrare amore!

  3. Ciao io CONDIVIDO I VOSTRI ARTICOLI su PLUS da GOOGLE e vi seguo pure da là!!

    HO UN FIOCCO PER LENNOX CHE DA SABATO SERA STA NELLA MIA AUTO (da domenica in garage) MA SONO PURE ANDATA IN GIRO TRA SABATO E DOMENICA (abito nella Svizzera Italiana).
    VOLEVO FARE UNA FOTO E MANDARVELA (ho fatto pure un videoclip che ho postato sul PLUS DI GOOGLE) perchè ci tenevo ma non so se è TARDI. Purtroppo avevo fatto una prima foto di un FIOCCO (in casa) ma non ho fatto tempo a farlo sull’auto che me lo han rubato in garage settimana scorsa (era infilato dentro l’antenna della radio ma stava OK che ero pure andata in giro; dunque credo sia solo un DISPETTO DI CATTIVO GUSTO!) Per questo arrivo un po’ tardi ora con UN SECONDO FIOCCO.

    Fatemi sapere se serve ancora dopo le BRUTTE NEWS LETTE OGGI, ma magari se ancora li inviate alla famiglia (o mi date l’indirizzo e lo faccio personalmente) fa’ loro piacere!!
    Se non sento nulla ve la invio cmq e poi mi farete sapere e la pubblicherò su GOOGLE PLUS!
    Cari saluti.
    CRIS

  4. SI al boicottaggio…………è il danno più grande
    che si possa fare ad un paese

  5. Per dimostrare la propria indignazione, copiate questa lettera e inviatela ai seguenti indirizzi email, poi diffondete il più possibile (si può contattare anche il primo ministro inglese e compilare un form con questo testo sul suo sito https://email.number10.gov.uk/Contact.aspx:
    lordmayorsoffice@belfastcity.gov.uk
    enquiries@uspca.co.uk
    animal.welfare@dardni.gov.uk
    private.office@dardni.gov.uk
    complaints@belfastcity.gov.uk
    dogwardens@belfastcity.gov.uk
    info.office@niassembly.gov.uk
    ps.ministers@ofmdfmni.gov.uk

    Dear Sir / Madam,

    I am absolutely disgusted by the way Lennox and his family have been treated. Lennox, an American Bull dog cross was seized by Sandie of your BCC dog wardens department on the 19th May 2010 from his owner Ms Caroline Barnes at her home in Belfast BT13. You have refused to acknowledge any of her telephone calls regarding her beloved family pet or update her on Lennox’s condition and whereabouts. This poor dog has a loving family and a home, he has done nothing wrong yet you have forcibly removed him and continue to have him locked up in poor conditions. There are many stray dogs across the UK in kennels hoping to be homed and yet you remove a dog for no reason that actually has a loving, caring home. How can you call yourself fair, caring or civilised to do such a thing? To take away this dog with the aim of destroying it for no more than the fact its muzzle and legs are a certain amount of inches long! You cannot judge a dog by its breed or how it looks no more than you can judge a person by their nationality. Do the only correct and humane thing by returning this dog alive and in the same physical condition as when he was wrongfully seized. Prove you are not the uncaring people that the world is now reading about. I would also be grateful if you do not insult me by sending the standardised email reply that you continually send to everyone as below. I request a non standard reply.

    “Thank you for your recent communication regarding a dog seizure. Your comments have been read and noted. It is not the Council’s policy to comment upon individual cases that are or may be the subject of legal proceedings. The Council has a duty to ensure that the law relating to dangerous dogs is enforced and to ensure that the safety of the public is maintained as far as is possible. The Council recognises that this may be upsetting to individual owners who have dogs seized, however it will continue to apply the law and ensure that the general public interest is served.”

    Yours faithfully

  6. Ma non si può fare qualcosa di più forte di questo? Non si può fare causa al Belfast Council? Ma soprattutto, il cane è ancora vivo? Come fa a saperlo la famiglia? Che storia atroce.

  7. sono assolutamente d’accordo! sono dei sadisti. SHAME ON YOU BELFAST CITY COUNCIL. Pagherete per tutto, voi e i vostri simili che feriscono e creano il male.
    Dio conta ogni lacrima e ogni sofferenza.

  8. Lasciate vivere LENNOX. Non e’ un ASSASSINO , deve anche aiutare la sua piccola proprietaria disabile.! HA BISOGNO DI LUI.!

  9. ciao serena, se guardi le news precedenti il boicottaggio all’irlanda del nord è già iniziato… La protesta si fa valere in TUTTI i modi possibili.

  10. Invece di scrivere messaggi o mettere fiocchi blu, forse darebbe ben più fastidio all’Irlanda se organizzassimo un bel boicottaggio dei suoi prodotti in commercio, ed evitassimo assolutamente di fare le vacanze in quelle incivili terre (e chi ci vuole andare in un posto del genere? che schifo), e non solo per il fatto di Lennox….
    Mi sa che in quel posto c’è qualcuno che rimpiange i bei tempi delle loro lotte tribali in cui si ammazzavano fra vicini di casa (cattolici/protestanti – Unionisti/IRA), e sfoga i suoi istinti razzisti, in mancanza d’altro, contro gli animali che non possono difendersi.
    Anzi, a proposito: non è che il vero problema sia che Lennox non ha dichiarato se è cattolico o protestante…?

  11. Salviamo questo piccolo angelo… Non e’ colpa sua e’ solo nato in un mondo di pazzi esaltati!!!

  12. ..ma questi sono proprio un branco di idioti..io sopprimerei loro porca eva!!

  13. lennox NON E’ stato soppresso. facci cortesemente avere il link dove hai letto questo aggiornamento che ci risulta completamente OPPOSTO a quello che ha dichiarato alcune ore fa la famiglia.

  14. antonella pinna

    Purtroppo ho letto che e’stato sopresso:-(

  15. I due “esperti” li condannerei a morte….con quell’ aria da esseri umani sono
    imprevedibili……

  16. Bel ragionamento il loro. In effetti, anche queste persone somigliano sicuramente, nelle fattezze, ad esseri umani, ma alla luce dei fatti, sono solo mostri privi di cuore.
    Liberate Lennox, basta con queste leggi stupide.

  17. Lennox deve tornare a casa

  18. Ciao giovanna, anche noi abbiamo proposto questa lettera in uno dei contenuti scritti x lennox 🙂

  19. Posto che l’Irlanda non brilla affatto per civiltà – invito tutti a informarsi sul mondo delle corse dei levrieri per farsene un’idea. Oltre 40.000 cani abbattuti perchè non ‘vincenti’…tante per darvi qualche numero – e posta la necessità di fare pressione mediatica sulla Corte costringendola a far VEDERE il cane ancora vivo (perchè non sappiamo se il povero animale è ancora parte del vivente…) oltre a esporsi all’opinione pubblica; l’adottabilità all’estero non dovrebbe essere impedita. Il cane NON è cane morsicatore. Qui ci vuole qualche buon avvocato di diritto internazionale che abbia voglia d’imbarcarsi in questo lavoro a costo ZERO se non il ritorno d’immagine che gli deriverebbe dall’assumenre questo incarico per Lennox.
    La cosa disgustosa è che questo cane era il compagno di gioco di una bimba disabile e pertanto PALESEMENTE innocuo.

  20. C’è da domandarsi se chi ha pensato che un cane somigliante ad un pitbull, o un vero pitbull siano animali aggressivi, conosce veramente i cani o se è un maledetto ignorante in materia. Noi tutti sappiamo bene che e chi fa diventare un cane cattivo:solo ed esclusivamente l’uomo, l’uomo che con i suoi madornali errori e con il suo egoismo sta riuscendo a distruggere anche la natura !E qui si vorrebbe abbattere un cane per una somiglianza! Ma si passa alla pazzia pura, una decisione da persone fuori di testa, senza la minima conoscenza degli animali. Forse sarebbe opportuno abbattere questi “asini” senza cervello , il mondo farebbe molto volentieri a meno della loro inutile e dannosa presenza

  21. Giovanna Bixio

    Magari bocciano le richieste di adozione perchè è una prova di forza. Non gli costa davvero niente liberarlo e farlo adottare altrove se in Irlanda non è proprio possibile farlo vivere. Ma loro sono i giudici e non ci vogliono fare la figura di quelli che cedono….

    MA SE RICEVONO MIGLIAIA E MIGLIAIA DI EMAIL DI PROTESTA magari li smuoviamo

  22. Giovanna Bixio

    Ciao, io è dal 13/06 che ho inserito il fiocco blu in segno di solidarietà. Nel sito della famiglia ho anche trovato questo, che penso possa essere utile più della petizione perchè fa inviare una email al primo ministro inglese e chi meglio di lui puo’ evitare la soppressione?:

    SAVE LENNOX:

    Continua la campagna di protesta contro il Belfast City Council che ha condannato un American bull alla morte solo perchè fa parte delle razze “pericolose”. Lui ha una famiglia che lo ama e non ha mai fatto niente di pericoloso per di più è chiuso in un canile dal 2010 e alla famiglia è vietato andare a trovarlo.

    Cliccando qui sotto si entra direttamente nella pagina per scrivere al primo ministro inglese.

    ci vuole un attimo, basta inserire i propri dati e sul fondo scrivere l’appello per la sua salvezza, anche in italiano va benissimo. E’ importante che l’oggetto sia: SAVE LENNOX PLEASE.

    Riceverete una email per confermare il vostro invio, cliccate sopra e l’appello raggiungerà l’ufficio del 1° Ministro inglese.

    grazie a tutti e incrociamo le zamp… ehm le dita

    Cliccate qui:

    https://email.number10.gov.uk/Contact.aspx

    si apre una finestra, sul fondo la scritta Subject, scegliete Write to prime minister e cliccate GO…
    si apre nuova finestra, inserite i vs dati

  23. E’ allucinante voler sopprimere una creatura solo perché assomiglia a una razza che “potrebbe” essere pericolosa! la pericolosità di un animale dipende anche dalla sua educazione….. opprimerei volentieri chi ha decretato questa sentenza allucinante, che getta una vergogna inaudita su un paese che credevo civile e dove non andrò mai!!!!! Boicottiami i paesi che uccidono gli annimali! E salviamo Lennox!!!!!

  24. anke se assomiglia o lo è nn si può sopprimere 1 cane qualsiasi siano le cause è 1 dolore vedere que
    gl’okkietti

  25. aiutiamolo !!!

  26. Luisa Campanato

    In tanto si modifica la legge, lo si potrebbe addotare in altro paese, perche rischia di morire solo per essere un pit bull, o sia, ome i nazzisti uccidevano gli ebrei….per la razza….vergogna ¡¡¡¡¡

  27. milena manzoli

    free Lennox now, must be saved, italian outraged.

  28. Non ha senso adottarlo in un altro paese. Deve scomparire quella legge idiota in irlanda e deve essere evitata in qualsiasi altro paese. Ora Lennox è il veicolo perchè questo possa in qualche modo avvenire e salvare non solo lui, ma anche tutti gli altri sfortunati innocenti.

  29. ci sono già richieste di adozione da tutto il mondo praticamente. non è chiaro perchè vengano bocciate.

  30. ma ..adottarlo in italia????

  31. stammati gennaro

    PENA DI MORTE AI RESPONSABILI

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com