Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Liberazione Animale: in Ucraina gli attivisti distruggono i forni crematori per cani

Liberazione Animale: in Ucraina gli attivisti distruggono i forni crematori per cani

La traduzione che segue arriva dal sito Informa-azione e riguarda l’intervento da parte di alcuni attivisti per i diritti animali nelle sedi di detenzione dei cani e di discarica rifiuti (facile immaginare quali), in Ucraina.

Ve lo riportiamo senza commenti.

“Il 9 maggio ci siamo avvicinati ad un luogo utilizzato come  discarica per rifiuti solidi. Il nostro obiettivo era la società incaricata della cattura e dello smaltimento di animali randagi, le gabbie con i cani randagi catturati, i forni crematori e l’ufficio aziendale. Vale la pena ricordare che l’ufficio aziendale sfoggiava un cartello che diceva “Veterinario”. Un servizio di assistenza animale nel mezzo del mucchio di spazzatura è  un paradosso della civiltà: i servizi di cura degli animali dovrebbero lavorare per il bene degli animali, non per le autorità comunali.

Tuttavia non siamo riusciti nel nostro piano per danneggiare o distruggere l’intera infrastruttura: il putiferio sollevato dai cani imprigionati poteva allarmare la guardia notturna che opera durante quelle ore. Alcuni minuti dopo è comparso anche un branco di cani randagi. Si è saputo che vengono utilizzati come guardie extra, per vigilare su eventuali fughe degli altri cani o eventuali sabotaggi. È ironico come questa attività riproduca il modello di “vittima-guardia carceraria”, dove i randagi che vivono presso il sito si guadagnano da vivere condannando  altri cani. Proprio come gli “ebrei collaborazionisti” che scelsero di sostenere la legge e l’ordine nei campi di sterminio nazisti.

Così abbiamo iniziato con un bombardamento al forno crematorio e poi concluso con una bomba di gas all’interno del forno. Abbiamo fatto questo sotto le luci di un camion della nettezza urbana e sotto la vista dei lavoratori dello stabilimento. 20 minuti dopo la bomba è scoppiata:. questo è il nostro rito di purificazione per le anime dei cani cremati.

Non  abbiamo esperienza nel far saltare in aria i forni crematori, né abbiamo le grandi aspettative per quanto riguarda l’esito di questo attacco. Una legge terribile  è passata alla vigilia di Euro 2012 che si svolgerà quest’anno in Ucraina. Parliamo degli animali che non scelgono di vivere le strade della città, ma  finiscono lì per la volontà umana e per la logica dello sviluppo della civiltà. Ebbene, le maschere degli uomini che fingono di aver cura degli animali sono cadute: i servizi comunali sono tenuti a cacciare e uccidere i nostri fratelli e sorelle a quattro zampe. Si tratta di una sanguinosa pulizia in attesa di ospiti provenienti dall’ “Occidente civilizzato”. Ed è la stessa merda che è stata effettuata in Russia, diversi anni fa, per Eurovision.

Gli attivisti russi e ucraini per i diritti degli animali stanno organizzando veglie e cercano di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione, mentre i forni crematori di questi campi di sterminio moderni continuano ad uccidere senza sosta. Questa azione è il nostro magro contributo per la causa comune. Piccolo e insignificante nel quadro generale, ma pieno di sincero sdegno e determinazione. Gli animali sono costretti a vivere nel mondo degli esseri umani. In un mondo in cui anche molti esseri umani non vorrebbero vivere e in un mondo in cui le statistiche, le entrate previste e le entrate regnano sul valore della vita.

È difficile non notare la crudeltà nei confronti di coloro che stanno “sotto” nella gerarchia delle specie così come la crudeltà e la freddezza nei confronti di altri esseri umani.  E viceversa: se ci viene insegnato che è giusto vivere con un sistema carcerario per gli esseri umani (con tutti i suoi attributi macabri e le caratteristiche di repressione e di coercizione), sarà più  facile per noi concordare sull’esistenza dei campi di sterminio per degli animali “minori”? Queste relazioni duali succhiano da noi tutto ciò che ci resta di umano e di dignitoso.”

Nella foto: la strage di cani in Ucraina, un randagio avvelenato (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. AFFANCULO GLI EUROPEI, AFFANCULO STI PEZZI DI MERDA, VAFFANCULO SI, VAFFANCULO!
    E’ FACILE PRENDERSELA COI PIU’ DEBOLI, SEMPRE COSI’, MA CON CHI VI ROMPE IL CULO MAI EH MORTI DI FAME? CHE VIGLIACCHI DI MERDA!
    Francamente il calcio MI HA SEMPRE FATTO SCHIFO, DA QUALCHE ANNO PURE I CANI AMMAZZANO PER LE LORO PARTITE DEL CAZZO.
    VAFFANCULO MORTI DI FAME NON VALETE UN CAZZO, VI AUGURO LA MORTE, OVUNQUE VOI SIATE.
    Grazie agli attivisti che fanno opere di bene.

  2. Ciao,
    io boicotto, non comprando i loro prodotti, anche i marchi, di abbigliamento, di prodotti alimentari, integratori dietetici, abbigliamento sportivo, automobili, elettronica, vedi MediaWorld, che sponsorizzano o usano il logo di UEFA 2012 sui loro prodotti o gadget. Oltre a non seguire questi schifosi Europei non si dovrebbe nemmeno fare scommesse su queste partite, bisognerebbe boicottare tutto il circo economico che si muove attorno a questo lurido evento.

    Credo che il boicottaggio di tutto ciò che in qualche modo abbia a che fare con UEFA 2012 possa servire a sensibilizzare più persone, visto che solo il guadagno o meglio il mancato guadagno fa aprire gli occhi a chi se ne frega di tutto e di tutti,a chi è insensibile alle sofferenze imposte ai poveri indifesi animali e purtroppo conosce solo l’avidità e la miseria d’animo.

  3. continuare a parlarne, a BOICOTTARE le partite, a far vedere le foto di questi orrori..dei furgoni inceneritori…nel cuore dell’Europa devastata dai campi di sterminio c’è ancora chi usa le stesse atrocità su esseri altrettanto indifesi…
    NON MOLLIAMO!!!

  4. ditemi cosa possiamo fare da qui…
    gli attivisti ukraini e russi non devono essere lasciati soli

  5. il goal più bello di questi maledetti EURO 2012
    ONORE a voi..
    GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
    Irene da Roma (go vegan)

  6. gennaro stammati

    BRAVI ATTIVISTI DISTRUGGETE TUTTO

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com