Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / British Columbia: è stato ucciso l’orso che aveva divorato un cadavere

British Columbia: è stato ucciso l’orso che aveva divorato un cadavere

L’orso che aveva divorato il cadavere di un uomo – ma che non lo aveva ucciso – è stato eutanasizzato. La notizia, che già circolava da qualche giorno, è stata confermata dal sito Care2.

Dell’episodio, avvenuto in British Columbia, avevamo avuto modo di parlare in questo articolo.

L’orso, che non si era mai reso responsabile di alcuna aggressione ai danni di esseri umani, è stato abbattuto dalla polizia con la seguente motivazione: “Avrebbe potuto potenzialmente rappresentare un pericolo per altre persone, e inoltre il cadavere non era sufficientemente decomposto da emanare odore che potesse indicare che non si trattava di un individuo ancora vivo. Infine, l’incidente è avvenuto a solamente un miglio dal centro abitato”.

Una sequela di quelle che paiono scuse abbastanza discutibili per uccidere un animale che, di fatto, non aveva fatto nulla.

L’orso si era nutrito del corpo di Rory Nelson Wagner, che nel 1993 si era reso responsabile di un omicidio di gruppo e che si trovava fuori di prigione sulla parola. L’uomo è morto di cause naturali e su questo gli investigatori non sembrano avere dubbi.

Il Canada del 2012 pare avere, d’altro canto, il grilletto particolarmente facile con qualunque orso entri in qualsivoglia contatto con gli esseri umani. Un altro esemplare è stato abbattuto per aver spintonato un uomo a Whistler. La persona in questione non ha riportato danni e ha dichiarato che l’orso si era immediatamente allontanato senza manifestare comportamenti particolarmente aggressivi. Tuttavia, all’arrivo della polizia si trovava ancora a circa cento metri dall’abitazione. Lì è stato subito freddato a fucilate.

Lo scorso maggio, un altro orso nero è stato abbattuto dopo un attacco che non aveva causato gravi danni ad un uomo di 65 anni, mentre poco prima un esemplare è stato ucciso per aver frugato nella spazzatura di un’abitazione.

Il giornalista Dave Hamilton sottolinea come la cattiva gestione dell’immondizia umana sia una delle principali cause del conflitto tra uomo e orso: “Gli orsi frugano alla ricerca di cibo, è nella loro natura. E hanno un’ottima memoria, oltre ad un olfatto eccezionale. Non dimenticano di certo una fonte di cibo facile. La cattiva gestione dei bidoni dell’immondizia, i rifiuti gettati qua e là, gli avanzi di barbecue lasciati in giardino e gli alberi da frutto sono interpretati dagli orsi come veri e propri inviti. Basta rimuovere questi attraenti per allontanare gli orsi. Tenere in ordine la spazzatura e raccogliere i frutti dall’albero quando sono maturi”.

Consigli semplici, pratici, che non ci vuole molto a mettere in pratica e che, tra l’altro, denotano un normale senso civico. Ma, naturalmente, imbracciare il fucile è preferibile per tanti, troppi della nostra specie.

Nella foto: un orso (repertorio. Fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Per l’orso Yogi che rubava i cestini da pic nic questi avrebbero tirato fuori le armi atomiche… Decerebrati…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com