Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Lennox, pitbull e razze pericolose: i giorni bui

[VIDEO] Lennox, pitbull e razze pericolose: i giorni bui

Quella che segue è la traduzione dell’interessante “Lennox, il volto della tragedia” riportato  dalla testata americana Southeast Missourian.

“Sono giunto alla realizzazione, nelle scorse settimane, che il termine ‘Coming Out’ può significare molte cose diverse. Per me, è equivalso all’ammissione che alcuni dei cani da me inseriti nel programma DOC Puppies for Parole fossero sulla lista proibita.

Si tratta di cani che non vale la pena lasciar vivere oppure di cani cattivi? No. Sono solo cani che appartengono a razze incomprese oppure etichettate come indesiderabili. Allo stesso tempo, sono cani che più di tutti hanno bisogno di riabilitazione in quei programmi designati all’addestramento e all’educazione.

Nel mondo del soccorso agli animali sono considerato un eretico. Questo giudizio arriva, in parte, perché rifiuto di ignorare il fatto che tutti i cani appartenenti a certe razze sono percepiti come buoni tanto quanto rifiuto di etichettare come cattivi i cani appartenenti ad altre razze. Quando incontro e valuto un cane lo faccio su criteri individuali. Utilizzo strumenti di comprensione del suo comportamento, strumenti che nel corso degli anni ho imparato ad utilizzare al meglio delle mie capacità. Sono molto bravo a distinguere un cane buono da un cane cattivo. È una abilità che ho appreso nel corso degli anni perché ho visto così tanti cani buoni morire, e tanti case e risorse sprecate per cani non buoni.

Alcuni dei cani più meravigliosi finiscono nella stereotipata percezione pubblica di animali indesiderabili semplicemente per come appaiono. E questa è una trappola mortale per cani di ogni razza che vengono stigmatizzati dai media a causa dei loro corpi grandi e muscolosi e delle loro teste massicce. Poiché troppe persone in posizione decisionale sono completamente ignoranti in termini di comportamento canino, tanto genetico quanto appreso, questi meravigliosi compagni di vita muoiono a decine di migliaia.

Questa settimana gli attivisti di tutto il mondo patiscono una perdita devastante con la decisione dell’alta corte di Belfast di mantenere un verdetto di due anni fa: uccidere un cane che ha la sventura di avere l’aspetto di un pitbull. Nel momento in cui scrivo queste righe non c’è ancora conferma definitiva della conclusione di questa vicenda ma penso che tutti noi sappiamo, nei nostri cuori, che Lennox è morto.

Lennox è stato confiscato da un’amorevole famiglia per il suo aspetto. Secondo il Dangerous Dog Act, qualunque cane che mostri caratteristiche fisiche similari a quelle dello spaventoso pitbull è illegale e dovrà quindi essere confiscato e distrutto.

Lennox era un cane che non aveva mai minacciato nessuno e che non aveva alle spalle la benché minima storia di comportamento aggressivo. In realtà, non era un pitbull ma un incrocio di labrador/bulldog americano o inglese, ma non importava. Aveva un certo aspetto e nonostante le suppliche della famiglia e degli attivisti di tutto il mondo, ucciderlo era l’unica soluzione cui potesse pensare la corte irlandese.

Nessun compromesso è mai stato preso in considerazione oltre a lasciare languire questo cane in una struttura governativa, per anni, mentre l’ignoranza degli ineducati veniva sbandierata come verità. Posso solo sperare ora che gli autori del Dangerous Dog Act dormano sonni tranquilli perché sono certo che vi sia, all’inferno, un posto per chiunque preferisca uccidere qualcosa che dovrebbe invece imparare a conoscere.

Le mie preghiere e le mie condoglianze vanno alla famiglia di Lennox, che ha combattuto tanto coraggiosamente per il suo amato cane. Guardo i miei cani e posso solo immaginare quanto sarebbe più semplice farmi strappare il cuore dal petto piuttosto che affrontare il dolore che questa famiglia di certo sente adesso.

Mando inoltre tutto il mio amore ai compagni a quattro zampe, ai campioni appartenenti a queste razze prese di mira in tutto il mondo. Possiamo aver perso una battaglia ma la guerra è ben lungi dal finire.

Vai con dio, caro Lennox”.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. non posso lasciare il commento che vorrei!!! L’arroganza, la stupidità, la crudeltà con cui questo povero cane e la sua famiglia sono stati trattati, meriterebbe una punizione divina, se ci credessi!. Spero solo con tutto il cuore che non sia troppo tardi per un raggio di luce in quelle menti ottuse! U abbraccio forte a Lennox e alla sua famiglia

  2. spero vivamente ci sia un ripensamento dell’ultimo minuto e se non ci sarà spero in una giustizia divina per queste ingiustizie umane

  3. assolutamente concordi. l’articolo è la traduzione di un editoriale, con il quale siamo parzialmente d’accordo. ma se l’autore non ha speranze per lennox, noi non vogliamo perderle.

  4. Lennox non è ancora morto. Lennox non deve morire. Lennox dev’essere un simbolo di speranza!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com