Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Svizzera: lasciò morire di stenti un asinello, condannato

Svizzera: lasciò morire di stenti un asinello, condannato

È stato condannato al pagamento di una multa l’uomo che, nella svizzera Bruzella, lasciò morire di stenti un asinello.

Il fatto è relativo allo scorso dicembre, quando la Protezione Animali di Bellinzona era stata chiamata da alcune persone del luogo a soccorrere un asinello lasciato agonizzante a Mendrisiotto.

L’animale, che è quello che vedete nella foto in apertura con gli occhi sbarrati a fissare il vuoto e il muso semisepolto dalle foglie, non era  riuscito a sopravvivere.

Per il suo proprietario, che lo aveva abbandonato pur sapendo che aveva bisogno di cure, era subito scattata la denuncia penale inoltrata dalla stessa SPAB. Il reato era di violazione della legge federale sulla protezione degli animali.

Di qualche giorno fa è invece la sentenza emessa dalla Procuratrice Margherita Lanzillo: il pagamento di una sanzione o, in alternativa, due giorni (!) di detenzione. Due giorni è il valore che le leggi dell’uomo attribuiscono ad una agonia neppure quantificabile.

Nella foto: l’asinello agonizzante (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. NE ANCHE LA PIETà PER UN DOLCE SONNO 🙁

  2. gennaro stammati

    PENA DI MORTE

  3. è vero marina. abbiamo pensato a lungo prima di decidere se includere la notizia nella categoria “abbiamo vinto”. ma, genericamente, lì mettiamo le notizie di abuso che si concludono almeno con una condanna… per quanto ridicola, come in questo caso.

  4. gattoincazzato

    Siamo una specie orribile, crudele. La Terra potrà salvarsi soltanto con la nostra estinzione. Non meritiamo di condividere nulla con gli altri abitanti del Pianeta. Che schifo.

  5. E’ proprio vero che gli animali non valgono un cazzo di niente allora.
    In Ytaglia esistono leggi che favoriscono solo i prepotenti e la crudeltà.
    Tutto il resto intriso di buonismo è solo ipocrisia.
    Spero con tutto il cuore che questo individuo disgustoso muoia facendo il sangue dagli occhi dopo mesi di agonia, nella più totale indifferenza.

  6. Una sanzioncina o due giorni di carcere non li definirei una vittoria… neppure una magra consolazione… è una vera e propria presa per i fondelli e una mancanza di rispetto verso quella povera anima innocente. Cmq per quel che vale, spero che il bastardo muoia per un lungo lento feroce cancro allo stomaco!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com