Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Savona: politici coalizzati a favore della caccia al gabbiano

Savona: politici coalizzati a favore della caccia al gabbiano

I politici savonesi hanno smesso di litigare per coalizzarsi contro i gabbiani: Verdino (Pd), De Franceschi e Parodi (Pdl) e Ripamonti (Lega) si trovano d’accordo nella loro volontà di aprire la caccia ai gabbiani.

I politicanti definiscono gli animali “nocivi” e vedono la loro urbanizzazione come una insopportabile minaccia per la salute di campi, raccolti, animali e persino esseri umani.

Ritengono che i gabbiani sia animali assai aggressivi, ma non disdegnano l’abbattimento di gazze, corvi e cornacchie.

Della questione non si discute tanto per parlare: la scorsa settimana i politici si sono ritrovati allo stesso tavolo nell’ambito di un consiglio provinciale indetto per discutere proprio dell’abbattimento dei volatili.

Ha iniziato il consigliere del pd Fabio Verdino che, parlando della caccia, si è lamentato delle, a suo dire “troppe restrizioni sulle specie cacciabili” che portano alla proliferazione delle specie “dannose”. De Franceschi, Pdl, lo ha seguito a ruota e ha, per l’appunto, menzionato i gabbiani: “Bisogna prendere atto che ormai si tratta di gabbiani urbanizzati con comportamenti preoccupanti persino per l’uomo. Bisogna prendere in considerazione degli interventi efficaci perché la situazione è a limite”.

Il leghista (e naturalmente cacciatore) Paolo Ripamonti, assessore competente, non si è fatto sfuggire la ghiotta occasione di sfoderare la doppietta: “Sfondate una porta aperta. Condivido completamente i vostri allarmi e condivido sul fatto che bisognerebbe intervenire con piani di abbattimento specifico”.

Ripamonti ha poi proseguito lamentandosi dell’ISPRA, Istituto Nazionale per la Ricerca Ambientale, a suo dire “troppo restrittivo e poco obiettivo rispetto ai problemi reali di un territorio”. Il leghista ha fatto richiesta all’ISPRA di piani di abbattimento contro altre due specie di volatili, corvi e cornacchie, che disturbano non solo i campi, ma anche il campo da Golf di Garlenda (!), dove gli animali fanno buchi e cercano cibo, incredibile!

Finora, a quanto segnalato da Ripamonti, il piano di abbattimento è stato autorizzato solamente nell’area dell’aeroporto.

Si attendono notizie in merito a tutti gli altri volatili finiti nella “lista sterminio” dell’improvvisata alleanza tra le varie fazioni politiche.

Nella foto: un gabbiano (repertorio. Fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. L ‘ UNICO PERICOLO PER LA RAZZA “UMANA” SONO GLI UMANI STESSI, HANNO IL POTERE DI DISTRUGERE TUTTO …POI I POLITICI SONO PREGATI DI FAR POLITICA CHE LA NAZIONE GIA E’ IN GRAVE STATO DI DISTRUZIONE PROPIO PER MANI LORO ,ALTRO CHE I GABIANI, SONO LORO I PERICOLOSI

  2. Anche i politicanti della categoria menzionata sopra sono una specie nociva, fuori controllo numerico, che insudicia, reca danno agli esseri umani e parassitizza la società rendendola un posto peggiore di quello che potrebbe essere … Che si fa?

  3. No… dai… ma questi tre sono usciti di casa strafatti di coca… sembra che parlino di uno sbarco alieno… e gli unici alieni sono loro… Chiamiamo i Men in Black e leviamoceli dalle palle!!!! Sarebbe davvero ora.

  4. Concordo nell’affermare che “la situazione è al limite”… non se ne può più di gente ignorante ed incivile che ci dovrebbe governare!!!

  5. gennaro stammati

    PENA DI MORTE AI POLITICI E’ SEMPLICE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com