Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Pesaro: sequestrato un altro presunto canile lager, lo Stallo di Candelara

Pesaro: sequestrato un altro presunto canile lager, lo Stallo di Candelara

È stato sottoposto a sequestro preventivo il canile lo Stallo, situato a Candelara. Per i suoi proprietari si profila anche l’ipotesi di denuncia per maltrattamento di animali.

La struttura, abusiva, ricoverava circa 50 animali che, all’ispezione delle forze dell’ordine, sarebbero stati ritrovati in condizioni di vita ritenute “insopportabili”.

A dare ordine di sequestro l’Autorità Giudiziaria, per il reato di maltrattamento (art.544 ter del Codice Penale), mentre ad eseguire il sopralluogo e ad apporre i sigilli sono stati gli agenti del Corpo Forestale dello Stato di Pesaro tramite il NIPAF (Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale), e in collaborazione con il servizio veterinario dell’ASUR competente.

Non è chiara, al momento, la destinazione dei cinquanta cani sequestrati né le loro esatte condizioni di salute.

Foto: repertorio (fonte).

AGGIORNAMENTI:

A questo link trovate il servizio di Fano Tv sull’argomento, e la replica delle proprietarie del canile.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

10 Commenti

  1. aggiungiamo subito il link andrea, grazie.

  2. Se possibile, vorrei aggiungere questo link a un video servizio di una tv locale sull’argomento:
    http://www.fanotv.it/video/2848
    Grazie.

  3. 🙂 ottimo. grazie andrea.

  4. Non ero sarcastico!

  5. Andrea – non sappiamo se le tue parole contengano sarcasmo. la comunicazione per iscritto non è sempre immediata. non è, chiaramente, come parlarsi a voce. cerchiamo di ascoltare tutti i punti di vista. cerchiamo di trovare fonti informative affidabili. piano piano scremiamo cercando di diventare il più obiettivi possibile. non crediamo di essere arroganti – più che dare il beneficio del dubbio non possiamo fare. purtroppo, non essendo una testata giornalistica (pur essendo molto seguiti) non abbiamo sempre disponibilità di informazioni alla fonte.

  6. Vi capisco, e vi ringrazio, siete comunque stati corretti. A questo punto mi domando quale sia il flusso delle informazioni abitualmente. Però immagino che il comunicato delle forze dell’ordine sia stato “l’ipotesi di reato è ….”.
    Grazie per il diritto di replica.

  7. Gentile Andrea, senza nulla voler togliere alla sua testimonianza dobbiamo comunque continuare a tenere in considerazione quanto segnalato da altre testate e dalle forze dell’ordine. Per correttezza d’informazione, abbiamo provveduto ad inserire la parola presunto. Riteniamo che questa sia la soluzione più corretta in termini di compromesso tra le varie versioni. La ringraziamo di cuore per la sua testimonianza che, come vede, è in chiaro e leggibile da tutti.

  8. Vi ringrazio delle risposta. Difatti non criticavo il modo in cui avevate esposto la notizia, condizionale e virgolette. Anzi, non vi criticavo affatto. Però la parola lager nel titolo non è tra virgolette, ed è di questa che chiedo la rettifica e l’eminazione. Stamattina sono andato a vedere di persona, e posso dire con sicurezza che tutti i 50 cani che ho visto erano in buona forma e molto socievoli (tranne 6 o 7 che sono ancora diffidenti, perchè stanno recuperando psicologicamente da brutte situazioni passate altrove). Li ho accarezzati quasi tutti e non vi era il minimo cattivo odore nella mia mano, a testimonianza di un certo decoro complessivo. Se conoscete qualcuno di fiducia di queste parti potrà rendicontarvi previa visita in loco.
    Data la vostra attenzione al bene degli animali, non credete che pubblicizzare “lager” un canile (uno stallo) che non lo è, sia dannoso alla causa comune. Non sono qui a fare la predica anessuno, ma solo a fornire il mio contributo informativo che potrete verificare come meglio credete.
    Saluti.

  9. andrea, abbiamo – se noti – riportato la parola “insopportabili” tra virgolette perchè citazione alle fonti, ossia perchè quanto dichiarato dagli inquirenti. ti facciamo anche notare il condizionale all’interno del testo.

  10. A dire il vero i cani non sono in condizioni “invivibili” o “insopportabili”, tutt’altro. Le forze dell’ordine si sono mosse su segnalazioni che sono tutte da verificare e che appaiono a molti del posto come accuse esagerate, quando non del tutto infondate, ma vedremo gli sviluppi. Io non conosco personalmente i gestori, ma domani li vado a trovare. Di certo non si tratta di canile lager, per cui sarebbe corretto se rettificaste il titolo.
    Questa è la pagina FB dello Stallo: http://www.facebook.com/GliAmiciDiEnricoOnlus

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com