Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Il foie gras è ufficialmente bandito in California

Il foie gras è ufficialmente bandito in California

Molto bene: la California ha ufficialmente messo al bando il foie gras, il crudelissimo “fegato d’oca” di cui avevano parlato esaustivamente in questo dossier.

Il bando diventerà attivo a partire dal prossimo primo di luglio, e sarà valido naturalmente in tutto lo Stato americano.

In realtà, l’approvazione del bando di uno dei cibi più crudeli mai realizzati arriva in ritardo, dal momento che la legge era stata approvata oltre sette anni fa. Fino ad ora, tuttavia, l’unico, blandissimo compromesso era stato quello di “obbligare” i produttori di foie gras ad utilizzare metodi di allevamento più rispettosi delle condizioni degli animali. Una contraddizione in termini, se si pensa che le oche vengono ingozzate forzatamente ogni giorno con quantitativi di cibo così abnormi da decuplicare le dimensioni del loro fegato che, ormai incapace di lavorare correttamente, è malato, cirrotico, malfunzionante. Inoltre, le modalità di nutrizione di questi animali, che prevedono un tubo spinto giù per la gola, non possono in alcun modo essere ritenute “compassionevoli” o “etiche”. Non c’è e non ci può essere nulla di etico nell’abuso, nella violenza, nella forzatura.

Nella California che attende la messa in vigore del bando, intanto, i prezzi del fegato d’oca salgono vertiginosamente e i gli chef si dichiarano “delusi e rattristati” di non poter più utilizzare una delle “prelibatezze” che tanto amavano. Al momento attuale, chi vuole nutrirsi di un abnorme fegato malato di steatosi deve pagare quasi il doppio del prezzo.

Lo chef Roland Passot, del ristorante La Folie di San Francisco, paragona il bando del foie gras al proibizionismo degli anni Venti, quando era vietato consumare alcolici. Un paragone assai azzardato, considerata la differenza di premesse. E sottolinea con quella che sembra un’aria di sfida che il foie gras verrà consumato comunque per vie “traverse”, ossia illegali.

“La richiesta di foie gras è enorme e quindi la sua produzione continuerà segretamente”.

Ancora più radicale nello scherno del bando è lo chef Laurent Quenioux, del ristorante losangelino Starry Kitchen: “Quando il foie gras sarà proibito noi continueremo a servirlo ogni giorno. Se vorranno fermarci, dovranno mandare poliziotti anti-foie gras”.

Una dichiarazione che la dice lunga sull’assenza di sensibilità di tante, troppe persone.

Nella foto: produzione di foie gras (repertorio. Fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. ogni volta che mi soffermo su un’immagfine di crudelta’ umana il commento che mi sale alle labbra e’ sempre lo stesso:maledetti!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com