Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Fermo: allevamento intensivo con 300mila galline fuorilegge, parte la condanna

Fermo: allevamento intensivo con 300mila galline fuorilegge, parte la condanna

Il titolare di un allevamento intensivo di Fermo è stato condannato dal Tribunale penale cittadino per maltrattamento di animali. L’uomo, responsabile di ben nove capannoni adibiti all’allevamento intensivo di galline ovaiole, contenevano ben 300mila esemplari in più rispetto a quanto previsto dalla norma.

Inutile specificare l’ulteriore sofferenza che una condizione di massimo sovraffollamento infligge a creature che vivono una vita di prigionia, miseria e disperazione.

Constatato il reato, l’allevatore intensivo dovrà limitarsi a pagare una multa di 5000 euro e la sua attività resterà sospesa per tre mesi.

Secondo LAV si tratta di una sentenza (peraltro irrevocabile) di grande importanza perché “applica il reato di maltrattamento nell’ambito di una cosiddetta zona franca”, ossia gli allevamenti intensivi: ciò che accade all’interno di strutture del genere spesso e volentieri supera il sadismo più estremo eppure è ritenuto perfettamente legale, se non addirittura tutelato dalla legge.

Molto vero, dunque, quello che dichiara LAV.

Non si può comunque ignorare che 5000 euro di multa significhino 16 euro circa di “valore” attribuito a ciascuna gallina. Questo è il prezzo di una vita.

Foto: galline in allevamento intensivo (repertorio. Fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com