Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Savona: pulcino di gabbiano sul tetto della scuola, panico generale

Savona: pulcino di gabbiano sul tetto della scuola, panico generale

Le maestre hanno tenuto i bambini chiusi in aula per tutta la mattina, per timore del “gabbiano mannaro”. E questo perché un tecnico comunale che era salito sul tetto della scuola aveva trovato un nido nel quale, solo e spaurito, stava un unico pulcino di gabbiano.

Incredibilmente, all’interno dell’edificio si è scatenata una sorta di panico generale, quasi ci si trovasse sul set del famoso film di Hitchcock, “Gli Uccelli”.

Il fatto è avvenuto a Savona ed è riportato, tra gli altri, anche da IVG e da Geapress.

ENPA, venuta a conoscenza del fatto, tiene a precisare che “i gabbiani non colpiscono le persone, neppure quando devono difendere il nido”.

E racconta quello che è accaduto due giorni fa alla scuola di Piazza delle Nazioni.

“Il tecnico era salito sul tetto per controllare l’esecuzione dei lavori di installazione di pannelli solari, e aveva chiamato i Vigili del Fuoco. I pompieri avevano chiesto l’ausilio dell’ENPA, perché sul tetto c’era un nido di gabbiano con un innocuo piccolo. Già l’anno scorso qualcuno nella scuola era andato in tilt, pretendendo l’intervento di pompieri e vigili urbani e, anche allora, avevamo trovato due piccoli indifesi e terrorizzati in fondo a una scala. Pochi mesi prima, un genitore aveva preteso di allontanare una colonia felina dal giardino della scuola, ottenendo addirittura un’ordinanza del sindaco”.

Un’intolleranza dilagante che colpisce specie animali che avrebbero il sacrosanto diritto di condividere gli spazi comuni con noi umani. Ma, naturalmente, per la maggior parte degli esseri umani, gli spazi appartengono appunto alla nostra specie, e non c’è spazio per nessun altro.

ENPA, considerata la gravità del caso (lo scatenarsi di un immotivato panico generale per un pulcino di gabbiano pare senza dubbio assai fuori luogo), ha valutato di presentare un esposto alla Magistratura per procurato allarme a carico di ignoti da identificarsi.

“È ingiusto e dannoso disturbare, per pericoli assolutamente inesistenti, i vigili del fuoco”, commenta l’associazione, “Per insegnare ai bimbi a convivere pacificamente con i gabbiano, ENPA aveva proposto lo scorso anno alcune lezioni con zoologi esperti, che potessero spiegare i comportamenti dei volatili quando difendono il nido. Basta alzare le braccia per allontanarli e interrompere i voli di semplice minaccia che fanno attorno all’intruso. Ma come spesso accade per le proposte concrete nessuno aveva risposto. E così, si lasciano gli adulti di domani succubi della caccia alle streghe, con il rischio di far venire loro un infarto quando un innocuo gabbiano vola loro vicino”.

Nella foto: lo “spaventoso” nidiaceo di gabbiano (non mannaro). Fonte.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

7 Commenti

  1. Condivido in pieno, forse sia educatori che genitori dovrebbero prima di rivestire tale ruolo apprendere conoscenze specifiche in ogni campo, tali da scongiurare comportamenti di si tale ignoranza, in parole povere, sviluppare il cervello ed imparare a stare al mondo, non siamo soli, dobbiamo convivere con altre specie quindi adattiamoci e cerchiamo di comprendere gli altri esseri viventi nel massimo rispetto.

  2. e poi ci lamentiamo che abbiamo dei bambini di merda ….. guardate a chi spetta l’educazione di quelli che saranno gli adulti di domani… che brutto mondo ci aspetta…

  3. sn ank’io un insegnante e una volta mi sn fermata a coccolare un cane ke qlcuno aveva legato alla ringhiera delle scale della scuola x portare il figlio in classe, si è trovata a passare un altra insegnante ke subito mi ha aggredita dicendo ke il cane là nn poteva stare xkè c’erano dei minori …. e si trattava di un canino piccino e innocuo…..ma io dico xkè esistono persone così orrende ke nn hanno un briciolo di sensibilità x gli animali….io odio qste persone tnt qnt loro odiano gli animali…..ma andassero a cagare…insegnano ai bambini la paura e l’odio x le bestie….cretine insulse ma cosa campano a fare..

  4. le maestrer prima di fare un gesto del genere dovevano informarsi prima così facendo non insegnano ai bambini la sensibilità verso gl’ animali SONO IGNORANTI!

  5. complimenti alle insegnanti,(!) cavolo, reagissero così anche quando vedono uno spacciatore davanti alla scuola ci sarebbero meno ragazzi rincoglioniti e bulli!!!!

    ps: i complimenti sono ironici!!!!

  6. Veramente? Ho letto due volte la notizia perchè non ci potevo credere …. Ditegli di fare attenzione ai moscerini perchè potrebbero scatenare una battaglia … E’ proprio vero, l’uomo sarà l’unico essere vivente che si estinguerà per la sua stupidità.

  7. Che bello vedere all’opera gli educatori che preparano le future generazioni. Non c’è dubbio che ci prepariamo ad una nuova bella infornata di isterici stronzi (come se ce né fosse bisogno) 🙁

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com