Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / USA, gettò cucciolo in una diga: per lui il massimo della pena

USA, gettò cucciolo in una diga: per lui il massimo della pena

Il giudice della Contea di Northumberland ha condannato al massimo della pena un uomo ritenuto colpevole di aver gettato un cucciolo in una diga, in gennaio.

L’uomo, Michael Wolfe, è stato condannato nella giornata di lunedì a tre mesi di arresti domiciliari, alla libertà condizionata per i successivi due anni e al bando dalla detenzione di animali per le violenze perpetrare nei confronti della piccola Harper, che all’epoca dei fatti aveva soltanto tre mesi.

Wolfe, 20 anni, l’aveva gettata nella diga lo scorso gennaio assieme alla sua ragazza, la 19enne Angelina Coladonado. I due avevano avvolto la piccola pitbull in un asciugamano e l’avevamo lanciata da un’altezza di quindici metri. Il motivo? La piccola era malata.

La piccola Harper venne ritrovata nei pressi del cimitero di Springfield, semi paralizzata e con gravi danni neurologici a causa della caduta. Venne immediatamente trasportata al Sandbury Animal Hospita e da allora è in cura costante, sotto il controllo vigile del rifugio Mostly Mutts.

Interrogata dalla polizia, la coppia inizialmente mentì riguardo quanto accaduto, raccontando di aver dato via la cucciola. Ora, come parte della pena inflitta dal giudice, Wolfe dovrà scrivere una lettera di scuse al canile che si occupa della piccola.

E Harper, come sta?

Grazie alle amorevoli cure dei veterinari e dei volontari, le sue condizioni nel corso degli ultimi quattro mesi sono decisamente migliorate. La pitbull, ora di sette mesi di età, pesa circa 25 chili ed è molto dolce e giocherellona. Il grave trauma cranico ha comunque lasciato in lei gravi strascichi permanenti: danni neurologici che si manifestano in un tremolio generalizzato in condizioni di grande eccitazione o felicità. E cecità.

Dice Cheryl Hill, la volontaria che si occupa di lei: “Harper è molto giocosa, si comporta come un cucciolo. Mastica tutto ciò che le capita a tiro e ama interagire con gli altri cani. È molto amichevole. Ma ancora non vede, e spesso inciampa. Non riesce a star bene in equilibrio, ma le sue condizioni sono buone. Sono molto contenta. Soprattutto, sono felice che sia finita”.

Harper dovrà presto affrontare un nuovo intervento chirurgico. Se tutto andrà bene, sarà pronta per l’adozione.

Nelle foto: Harper al momento del ritrovamento ed oggi (dal video che potete vedere a questa pagina).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. Sono d’accordo con Gips: facciamo patire a queste persone il medesimo trattamento, uguale uguale. E se non dovessero sopravvivere……ops…..

  2. ci risulta che lei sia stata accusata di calunnia.

  3. Lavori forzati per 5 anni per tutte e due visto che anche la deficiente della ragazza ha partecipato. E a lei niente???? Mah. massimo della pena… Ma già è qualcosa, in Italia non so come sarebbe finito…

  4. non ho dubbi A MORTEEEEEEEEEEEEE

  5. Scusate ma per quanto mi riguarda, difronte a queste assurdità, la pena migliore è “occhio per occhio, dente per dente”!!!! Così poi vediamo se hanno ancora voglia di essere tanto deficenti.

  6. gennaro stammati

    PENA DI MORTE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com