Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Lentini dedica una statua al cane del paese, Gaetano

Lentini dedica una statua al cane del paese, Gaetano

Gaetano il “cane umano” non c’è più. È morto due anni fa circa, lasciando nello sgomento l’intero paese siciliano di Lentini, che lo aveva adottato.

Gaetano era un cane amico di tutti i bambini ed era stato persino arruolato nel corpo dei Vigili Urbani locali.

Ora Lentini lo omaggia con una statua di bronzo che lo ritrae, sereno e fiero, mentre scruta l’orizzonte.

La statua dedicata a Gaetano è stata inaugurata la scorsa domenica e fa bella mostra di sé in piazza Taormina, in centro paese.

L’associazione P.A.C.E. si è occupata di tutte le fasi burocratiche finalizzate alla realizzazione della struttura ed è molto soddisfatta del risultato. Soprattutto, è lieta che Gaetano possa rimanere, in questo modo, sotto gli occhi e nel cuore di tutti i cittadini.

Dichiara Piergiorgio Gentile di P.A.C.E.: “Durante una manifestazione, in mezzo alla folla, comparve questo cagnolone maestoso. Facendo un giro tra gli stand scelse il nostro, e da lì nacquero una serie infinita di aneddoti che non basterebbe una giornata per raccontare”.

Gaetano, cane di tutti e cane di nessuno, cane buono, accompagnava i bambini a scuola tutte le mattine e li “recuperava” all’uscita. Vegliava su di loro.

Quando Gaetano è venuto a mancare, è stata una buona fetta della cittadinanza ad esprimere il desiderio di ricordarlo in modo degno.

“Dopo la sua intensa vita fatta di partecipazione cittadina e lezioni di fratellanza, noi dell’associazione, spinti dall’amore per Gaetano e volendo cogliere l’occasione come spunto di sensibilizzazione verso questo mondo tanto oscuro, decidemmo di far partire una raccolta fondi”.

I fondi raccolti sono stati sufficienti, più che sufficienti in realtà e infine l’artista romana Luana Pellegrini nemmeno li volle: realizzò gratis il calco in creta dal quale costruire la statua in bronzo.

Quando si tratto di passare alla fase realizzativa della scultura, toccò agli artigiani e ai lavoranti del posto che, senza chiedere un euro, si misero all’opera.

Ora Gaetano troneggia sereno in piazza Taormina. E nessuno lo sposterà mai da quel paese che ha tanto amato, e che tanto lo ha amato a sua volta.

Nella foto: la statua di Gaetano (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. ecco un gersto d’ umanità ,raramente sucede.

  2. Insieme a questo leggo di molti altri gesti terribili o semplicemente stupidi come quello dell’anziana che viene multata per aver dato da mangiare agli uccellini. Bella l’idea della statua, ma sarebbe stato molto più utile se quegli stessi soldi fossero stati spesi per educare i giovani al rispetto degli animali. A Lentini forse no, ma in tutto il resto del Sud c’è n’è un gran bisogno. Basta pensare a Orazio, cane di quartiere di Paternò che è morto solo e dimenticato (notizia su questa stessa pagina)

  3. Bene! E sarebbe davvero cosa buona e giusta che tutti i “Gaetano” in circolazione venissero trattati come questo cagnone!

  4. Tutti i cani senza padrone dovrebbero essere trattati cosi, perche per loro è già una sofferenza non avere padrone, altro che maltrattarli.
    Bravi i cittadini di Lentini. Bravissimi. Magari adesso adottate un altro cane senza padrone – se c’e – per farlo felice.

  5. Bella questa notizia! Almeno mi rincuora!!!

  6. Un bel gesto di riconoscenza…bravi!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com