Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Viterbo, imprenditrice in ginocchio: salvate almeno i miei 40 gatti

Viterbo, imprenditrice in ginocchio: salvate almeno i miei 40 gatti

La sua azienda è in ginocchio, la crisi non dà tregua e lei, un’imprenditrice viterbese, ha ben poche speranze di salvare capra e cavoli. E allora prega: se non potete salvare la mia impresa, salvate almeno i miei gatti.

La donna è un’artigiana che per lunghi anni ha portato avanti un’azienda a conduzione familiare che si occupava di assemblaggio di cucine e mobili in legno, in località Poggino, a Viterbo.

La miseria e la disoccupazione di oggi, tuttavia, hanno ridotto in cenere il lavoro di tanti anni. Il capannone in cui era ospitata l’azienda potrebbe essere pignorato a causa di un grosso debito che non è stato possibile coprire. Sia la struttura che il terreno circostante erano stati acquistati con i sacrifici della famiglia, e ora sono stati venduti all’asta per 45mila euro.

C’è un problema, grosso, in quel capannone ormai dismesso: i quaranta gatti facenti parte di una colonia felina che la donna accudisce amorevolmente da anni, e che ora si trovano a rischio di essere scacciati perché non più benvenuti.

“L’ENPA mi ha assicurato che nessuno toccherà i miei gatti”, ha dichiarato la donna, “Ma io non mi fido. Al solo pensiero che possano mandarli via mi sento male, e preferisco da loro da mangiare piuttosto che comprare qualcosa per me”.

Per un attimo l’ex imprenditrice mette da parte i guai personali e, coscienziosamente, pensa a chi non ha nessuno che possa difenderli: gli animali.

Dopotutto gli ex dipendenti, avvisati per tempo della spada di Damocle che stava per cadere, si sono licenziati per tempo e sono tutti sistemati. E i gatti?

Nella foto: un gatto randagio (repertorio. Fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Fiorenza Krejza

    Le consiglerei di non fidarsi di nessuna organizzazione, di controllare lei stessa, si sentono brutte cose di connivenze di associazioni animaliste che portano cani e gatti randagi in nord Europa (Svizzera, Austria, sopratutto Germania) per essere vivisezionati…..

  2. MONTI E COMPANY COSA STATE FACENDO !!!??? DISTRUZIONE DELLE POVERE PERSONE E DI CONSEQUENZA PER GL’ ANIMALI PURE …COSA VOLETE RIMANERE SOLO VOI RICCHI E PORTARCI ALLA SCHIAVITU??? SENZA UN’ ANIMALE COMO AMICO ???

  3. ciao stefania, purtroppo non lo abbiamo trovato. il nostro consiglio è di contattare http://www.newtuscia.it/index.asp che per primo ha pubblicato l’articolo e chieder loro di metterti in contatto con la signora.

  4. stefania ugolini

    è possibile avere un contatto con la signora? grazie

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com