Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / USA: pitbull dichiarati “geneticamente pericolosi” in Maryland

USA: pitbull dichiarati “geneticamente pericolosi” in Maryland

La Corte d’Appello del Maryland ha recentemente dichiarato i pitbull e i meticci pitbull cani “geneticamente pericolosi”. Una decisione che ha lasciato assolutamente sgomenti i sostenitori per i diritti animali e che preoccupa, ora, per le future ramificazioni per i cani residenti e i loro padroni.

Vittima di una storia simile, peraltro, è anche il povero Lennox, sequestrato alla sua famiglia tre anni fa solo perché è un incrocio tra un labrador e un pitbull: la sua storia assurda può essere letta qui.

Nel Maryland, la legge è stata promulgata a seguito dell’attacco, da parte di un pitbull, di un bambino di dieci anni. Il fatto risale al 2007. All’epoca, la famiglia del bambino fece causa ai proprietari del cane, che vennero peraltro ritenuti nient’affatto negligenti in prima istanza.

Ora, tuttavia, la Corte d’Appello ribalta ogni precedente decisione.

Il giudice Clayton Greene Jr, tuttavia, dichiara pubblicamente di trovarsi in completo disaccordo con la nuova legge: “Non ci sono prove a supporto del fatto che i pitbull o i meticci di pitbull siano geneticamente pericolosi. Quello che invece sembra è che i media abbiano demonizzato questi cani dipingendoli come spietati cani da combattimento, senza menzionare affatto la loro lunga storia come animali d’affezione totalmente innocui”.

Prima della nuova regola, in Maryland qualunque cane doveva rivelarsi mordace in almeno un’occasione prima di essere considerato pericoloso, e le vittime di un attacco che volevano far causa ai proprietari del cane dovevano provare in maniera esaustiva che l’animale avesse un passato costellato di episodi di aggressività.

Ora, chiunque voglia fare causa per un presunto attacco dovrà semplicemente provare che i proprietari del cane sapevano che l’animale era un pitbull o un meticcio pitbull. Questo sarà più che sufficiente per renderli economicamente responsabili per le eventuali ferite.

La decisione ha lasciato gli attivisti comprensibilmente sconvolti. I proprietari di pitbull, poi, sono preoccupatissimi delle ripercussioni che la legge potrà avere, temo di essere vittima di discriminazione. I rifugi per animali, a loro volta, mostrano preoccupazione per il probabile aumento di abbandoni e la diminuzione di adozioni per i pitbull. Questo, naturalmente, porterà all’eutanasia per numerosissimi esemplari innocenti, in uno Stato che ancora non ospita canili esclusivamente no kill.

Tutti sembrano comunque d’accordo sulla stupidità di una regola che, letteralmente, fa di tutta l’erba un fascio.

“Tutto questo non renderà la comunità più sicura”, dichiara Pauline Houliaras, presidente di B-More Dog e direttrice di una campagna contro la legge anti-pitbull, “E inoltre non si può identificare una razza basandosi soltanto sull’apparenza”.

L’associazione sta ora raccogliendo fotografie di varie famiglie con pitbull per mostrare ai legislatori che questi cani “sono molto amati dai loro proprietari e non possono essere discriminati”.

A questa pagina potete firmare una petizione che chiede al Governatore del Maryland di correggere la decisione presa dalla Corte, e di non discriminare i pitbull.

Nella foto: un pitbull felice (repertorio. Fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. I pitbull sono dolcissimi…I padroni sono degli imbecilli che non li sanno gestire…A volte danno in mano questi cani a persone che sono delinquenti.Possibile che non capiscono che nessun cane e’ cattivo ma l’essere umano si???

  2. PERCHE’ NON INIZIAMO A STERMINARE ANCHE LE VARIE RAZZE UMANE CHE SONO GENETICAMENTE PERICOLOSE O CHE NON SERVONO A NIENTE?????

    SOPPRESSIONE ANCHE PER GLI UMANI IDIOTI!!!

  3. NON SONO GHL ANIMALI PERICCOLOSI …L’ UOMO E’ PERICCOLOSO!!!!

  4. Vista la decisione chiedo allora che venga ammessa nella lista degli animali “geneticamente pericolosi” anche la specie umana.
    Noi non mordiamo bambini (anche se qualcuno fa anche quello…), ma inquiniamo cielo mare e terra (per par condicio non ci lasciamo mancare nulla), distruggiamo habitat e speci animali come se piovesse… insomma chi è davvero più pericoloso un pit-bull che sgagna il culo di un moccioso o la BP che devasta l’intero Golfo del Messico (ad esempio), un vivisettore che tortura volontariamente un coniglio, i cacciatori di frodo che eliminano centinaia di elefanti per soddisfare la vanagloria di qualche idiota.
    Chi è davvero più “geneticamente pericoloso”?

  5. non esistono cani PERICOLOSI ma solo padroni stupidi,incoscenti e cattivi…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com