Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] New York parifica gli aguzzini di animali ai predatori sessuali

[VIDEO] New York parifica gli aguzzini di animali ai predatori sessuali

La Contea di Suffolk, nello Stato americano di New York, è ufficialmente il primo governo locale della nazione ad aver istituito un registro degli aguzzini di animali – e lo stesso Stato di New York sta ora considerando un emendamento che obblighi lo sceriffo di ogni contea a notificare la presenza di un aguzzini di animali a tutti i suoi vicini nell’arco di mezzo miglio.

Una pietra miliare, questa, nel raggiungimento dei diritti animali, mentre gli USA si chiedono se tale legge non sia implementabile in tutti e cinquanta gli Stati federali.

I registri degli aguzzini di animali sono molto simili a quelli dei predatori sessuali, sebbene non identici. La Contea di Suffolk ha in mente di registrare nome, indirizzo e fotografia di ogni aggressore. I negozi di animali, i toelettatori e i rifugi riceveranno copia del registro, che dovrà essere controllato ogni volta, e si dovranno rifiutare di far adottare o vendere un animale alle persone registrate.

Chiunque sia stato condannato per un crimine relativo al maltrattamento di animali dovrà firmare il registro, e il suo nome resterà visibile per i successivi cinque anni.

Nella Contea di Suffolk sono inclusi negli abusi di animali anche i combattimenti, l’incuria, l’abbandono e la violenza verso animali di terapia.

Si ritiene che la pubblica vergogna possa essere un deterrente molto forte in grado di scoraggiare i criminali a ripetere le loro azioni. Al di là di questo, tuttavia, l’Animal Legal Defense Fund sostiene che una serie di registri in ogni Stato degli USA permetterebbe di evitare agli aguzzini di aggirare il problema semplicemente spostandosi altrove.

Registri simili sono stati proposti in altri 25 Stati, inclusi il New Jersey, il Connecticut, la California, il Texas, la Pennsylvania, la Florida e il Maryland.

Una soluzione che, si spera, prenderà piede ovunque – anche al di fuori degli USA.

Nella foto: un animale abusato (repertorio. Fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

9 Commenti

  1. bisogna metterli al muro….questi bastardi
    queste merde,le multe o la galera…non serve a niente
    SONO DA’ ELIMINARE…oppure metterlo dentro a una gabbia,dove stanno degli animali feroci(es.dei orsi,leoni etc.)e buttare via la chiave
    se la prendono con dei cuccioli…è come prendersela con un bambino,o un invalido

  2. ho pianto davvanti a questa foto …questa è una legge che si deve mettere in tutto il mondo ,per che è comprovato che chi maltrata gl’ animali sopratutto da piccolo ,sarà un futuro KILLER

  3. Gli elenchi ovrebbero essere pubblici ed “eterni” (non durare soltanto 5 anni), tutti dovrebbero conoscere quelle facce!!! E soprattutto non dovrebbero MAI PIU’ avere la possibilità di avvicinarsi ad un animale!

  4. Sarebbe meglio che istituissero delle pene MOLTO severe per questo … ma dobbiamo ammettere che comunque è un passo avanti ….

  5. Ma bruciarli vivi no?

  6. BEN VENGA IN TUTTI GLI STATI! SPERIAMO SE NE PARLI ANCHE AL PARLAMENTO EUROPEO E K VENGA APPLICATA IMMEDIATAMENTE OVUNQUE!

  7. Che tristezza… da noi non gli danno neanche un buffetto sulla guancia in flagranza di reato… Qualcuno mi spieghi perché ci consideriamo un paese civile, perchè io proprio non ci arrivo!!!

  8. GENNARO STAMMATI

    PENA DI MORTE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com