Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Spagna: salvato galgo sepolto vivo in fondo a un pozzo

Spagna: salvato galgo sepolto vivo in fondo a un pozzo

La notizia è brutta ma almeno ha un lieto fine: è stato portato in salvo un galgo che era stato gettato vivo in fondo a un pozzo.

A pubblicare un resoconto di quanto accaduto l’ammirevole associazione antispecista spagnola Igualdad Animal, di cui abbiamo già parlato in varie occasioni.

Il galgo si trovava intrappolato ad una profondità di circa 8 metri, in mezzo alle ossa appartenenti almeno ad un altro cane. Ritrovato anche il microchip dell’animale ucciso che, guarda caso, apparteneva allo stesso proprietario del galgo. È dunque abbastanza facile immaginare che questo “signore” sia solito sbarazzarsi in questo modo dei suoi cani.

I galgos vengono normalmente utilizzati per la caccia, e la loro sorte non è affatto buona. Generalmente vengono uccisi non appena smettono di essere efficaci nel loro lavoro. Anche prima, la loro vita non è delle più felici, ma fatta di incuria e trascuratezza.

A intervenire per portare in salvo il galgo sepolto vivo è stato, nella giornata di domenica, il Corpo Forestale di Madrid. L’animale si trovava sul Camino de Los Villares, nel comune di Villarejo de Salvanés.

Le forze dell’ordine sono arrivate sul posto a seguito di una segnalazione telefonica. Il galgo era intrappolato in fondo al pozzo, semischiacciato dal tronco di un albero e da un grosso pneumatico. Sono stati anche ritrovati due sacchi contenenti le ossa di almeno un altro cane, ma probabilmente di più.

Non vengono rese note le generalità del proprietario del galgo salvato (e con tutta probabilità anche degli altri animali uccisi) ma Igualdad Animal racconta che il cane è stato immediatamente preso in consegna dal cittadino che per primo aveva telefonato alle forze dell’ordine.

La Forestale ha presentato denuncia al tribunale e si valuterà ora se quanto accaduto possa essere classificato e punito come reato di maltrattamento di animali.

Foto: un galgo (repertorio. Fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. io spero che paghi cio che ha fatto ma la spagna purtroppo ha il pollice nero per i diritti degli animali è ora che si mettano in carreggiata e che certe cose non succedano piu se uno non vuole più un cane lo può portare in canile anche se non è la soluzione più bella o affidarlo a qualcuno di fiducia che sarebbe meglio

  2. bella notizia a lietto fine

  3. GENNARO STAMMATI

    PENA DI MORTE

  4. Personalmente farei scuoiare vivo il bastardo che ha fatto una cosa simile, ma siccome non mi darebbero mai retta, consiglierei almeno di fargli pagare l’intervento della guardia fortestale.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com