Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Cornovaglia: stallone e cavalla incinta torturati e uccisi per un rito

Cornovaglia: stallone e cavalla incinta torturati e uccisi per un rito

Torturati e uccisi: questa è la sorte toccata ad uno stallone e ad una cavalla incinta, Penny, assieme al suo puledrino. Il “rito”, presumibilmente indirizzato alla “superluna” apparsa nelle notti dello scorso weekend, si è compiuto in Cornovaglia.

Al momento del ritrovamento, la cavalla torturata era ancora incinta. I veterinari sono intervenuti subito e sul posto e hanno fatto il possibile per salvarla, ma non c’è stato modo che né lei né il puledrino che portava in grembo riuscissero a sopravvivere.

Lo stallone invece, è stato ritrovato già morto e decapitato. Il suo corpo si trovava sulla spiaggia di Pentewan, coperto da una croce di legno su cui faceva bella mostra di sé un gabbiano, anch’esso ucciso.

“Ho visto tanti corpi senza vita di foche e delfini gettati dal mare sul bagnasciuga nel corso degli anni, e alcuni di essi erano stati mutilati dai motori delle barche”, racconta un pescatore della zona, “Ma questo animale non aveva quel genere di ferite. Gli hanno staccato la testa dal collo in modo pulito, netto. Il modo in cui è stato sistemato il corpo fa rabbrividire. Credo che chiunque abbia fatto questo sia una persona malata e che abbia bisogno di aiuto. Sembra una cerimonia nera”.

Il corpo del povero animale, fino ad ora, non è stato reclamato da nessuno.

Qualche tempo fa era stato massacrato un altro cavallo, di nome Eric.

Eric, prima della morte, era stato sottoposto a sevizie infernali: prima la rimozione dell’occhio destro, poi quella dei denti, infine la mutilazione dei genitali. E prima ancora di questo episodio, sempre in Cornovaglia, sono stati ritrovati mutilati tre buoi.

Gli investigatori che si occupano del caso ritengono che alla base di questi agghiaccianti atti di crudeltà vi sia una motivazione satanica.

Intanto, i padroni di Penny, 19 anni, hanno offerto una taglia di 1000 sterline a chiunque saprà individuare i responsabili dello scempio. Rupert Worrell, che si definisce devastato da quanto visto quando ha ritrovato Penny coperta di sangue e agonizzante, ha dichiarato: “L’hanno prima trattenuta e poi assalita. Non ho idea del perché qualcuno potrebbe voler fare una cosa del genere”.

Foto: repertorio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. Sono inorridita leggendo questi fatti che mi sconvolgono,ma possibile arrivare a tanta bestialità?voglio pensare che arrivare a compiere queste azioni nn siano umani ma mostri,quindi toglierli dalla faccia della terra con una bella puntura,come vogliono fare al cane Lennon che a differenza e sopratutto nn ha commesso nulla

  2. Ma che roba é????? Peggio, molto peggio di un film dell’orrore, speriamo che i maledetti colpevoli vengano acciuffati e severamente puniti!!!!!!

  3. il medio evo e’ tornato.del resto l’inerzia non produce progresso,ma fa indietreggiare anche a livello evolutivo!..

  4. gennaro stammati

    PENA DI MORTE

  5. PENA DI MORTE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com