Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / A Viterbo il canile lager dei cuccioli morti affogati

A Viterbo il canile lager dei cuccioli morti affogati

Gettati nell’acqua, affogati e poi buttati nell’immondizia: ecco la fine di numerosi cuccioli di cane ritrovati nel canile lager scoperto ieri a Viterbo.

È stata la Polizia Ambientale e Forestale ad intervenire, dietro segnalazione, in un canile privato situato nelle campagne attorno alla città. I proprietari sono stati immediatamente denunciati per maltrattamento di animali con aggravante dell’uccisione, e la struttura sequestrata.

Quello che si sono trovati di fronte gli agenti del nucleo investigativo ha dell’incredibile: i cuccioli di cane appena nati venivano strappati alle madri subito dopo la nascita e affogati dai proprietari. I corpicini senza vita venivano poi chiusi in sacchi di plastica e gettati come spazzatura nei cassonetti dell’immondizia.

I cani ritrovati in questo lager sono circa 300, molti dei quali (ovviamente) non sterilizzati. Al momento attuale, il personale veterinario intervenuto assieme alle forze dell’ordine sta valutando le condizioni di salute degli animali ritrovati vivi.

Nella foto: alcuni dei cuccioli morti (fonte Tusciaweb.eu).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. Dato che le leggi in Italia sono ridicole,a queste persone come tante altre dovrebbero essere lasciate al linciaggio della folla!

  2. purtroppo sì.

  3. questo è il problema …niente carcere ,niente punizione

  4. ci sono parole??? ci sono commenti??? io sono scioccata di tanta crudeltà 🙁

  5. quotiamo il tuo intervento al 100% e precisiamo, in merito alla pena detentiva, che se i “signori” in questione non hanno pene precedenti da scontare che sommate fanno più di 3 anni beneficerebbero comunque dell’indulto, quindi niente carcere.

  6. C’è da chiedersi come hanno fatto questi due pezzenti ad avere in gestione un canile…è proprio un vero e proprio scandalo!!! Ho letto che rischiano un anno e mezzo di reclusione che a me sembra una pena irrisoria e inefficace sempre poi che riescano ad uscirne illesi…
    Torno a ripetere che nonostante la volontà e la tenacia di molte persone che si battono ogni giorno per tutelare i diritti degli animali le cose funzionano ancora troppo poco!! Il primo grande passo è quello di considerare gli animali non più come cose ma esseri viventi con una loro soggettività propria. Tutti gli animali sono intelligenti e di dotati di una sensibilità molto spesso superiore a noi uomini. Se si ripercorre la storia dell’uomo non vedo poi una grande evoluzione sociale e umana anzi sembra proprio il contrario.
    Più ci ragiono è più mi sembra tanto assurdo tutto questo accanimento contro tutti gli altri esseri viventi che non appartengono alla nostra razza! L’uomo ha la superbia di credere di essere il padrone del mondo e che può decidere sulla vita e la morte di tutto e tutti. A proposito recentemente ho visto un documentario che ipotizzava come sarebbe stata la terra senza più il genere umano. Ebbene gli animali sopravvivevano ed interagivano con la natura senza alcun bisogno dell’intervento dell’uomo perciò appare evidente che la natura è capace di essere autosufficiente. Questo per ribadire che l’uomo per civilizzarsi dovrebbe fare un passo indietro e cominciare veramente un percorso atto a rispettare il mondo in cui viviamo e tutte le sue creature!

  7. gennaro stammati

    pena di morte

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com