Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Pisa: ovuli di coca nella pancia dei cani, arrestato proprietario

Pisa: ovuli di coca nella pancia dei cani, arrestato proprietario

Il 32enne Massimo Pracchia è stato arrestato dai Carabinieri di Pontedera, nel pisano, per spaccio di droga e maltrattamento di animali. I suoi due cani, un rottweiler e un Dogue de Bordeaux, erano inconsapevoli corrieri della droga che venivano “imbottiti” con ovuli contenenti cocaina. A praticare l’intervento chirurgico finalizzato ad inserire gli ovuli nello stomaco degli animali un veterinario al momento non ancora rintracciato.

La scoperta dell’utilizzo dei poveri cani come corrieri della droga è stata totalmente casuale. I carabinieri erano infatti giunti a casa di Pracchia perché allertati dai vicini in merito a una lite. Sul posto, i militari hanno trovato un chilo di cocaina, 24 mila euro in contanti, 95 grammi di hashish e 21 grammi di marijuana, oltre a tutto il necessario per preparare le dosi da vendere.

Pracchia era già conosciuto alle forze dell’ordine per analoghi reati connessi alla droga.

Qualche giorno dopo, i carabinieri hanno ricevuto la telefonata di un veterinario che, operando un Dogue di Bordeaux, aveva trovato nel suo stomaco ben cinque ovuli che contenevano, in totale, circa un chilo e mezzo di cocaina. Il cane era sempre di proprietà dello spacciatore, che lo aveva affidato alla sua ex convivente.

La donna, ignara di tutto, aveva portato il cane dal veterinario perché lo vedeva stare male. A seguito di una banale ecografia si è arrivati all’allucinante scoperta.

Riscontrando poi la stessa cicatrice sull’altro cane di Pracchia, un rottweiler, i militari sono giunti alla conclusione che entrambi gli animali trasportassero inconsapevolmente la droga.

Questo aberrante caso è il primo nel suo genere in Italia.

Foto: repertorio (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. speriamo sia il primo… forse altri non sono stati rintracciati… speriamo proprio di no..

  2. PENA DI MOOOORTEEEE BASTARDO, POVERI PICCOLI

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com