Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Berlino: sul web si vota per decapitare o meno un agnello

[VIDEO] Berlino: sul web si vota per decapitare o meno un agnello

Ci risiamo: due nuovi presunti “artisti” hanno deciso di abusare di un animale per le loro installazione. Dopo Katinka Simonse e compagnia bella, è la volta di Iman Rezai e Rouven Materne, studenti tedeschi dell’Università delle Belle Arti di Berlino.

I due hanno deciso di mettere online un agnello e di permettere al pubblico di decidere, in diretta, se debba essere decapitato o meno.

L’agghiacciante performance è in diretta streaming su questo sito, dove gli internauti hanno la possibilità di votare “ja” oppure “nein” all’esecuzione capitale dell’agnellino.

Secondo i due studenti, quest’opera d’arte (…) è un modo per “insegnare qualcosa secondo la democrazia e il potere decisionale delle persone all’interno di un mondo che, grazie al web, è profondamente interconnesso nelle proprie parti. La ghigliottina è l’immagine più fedele della nostra società”.

Probabilmente l’installazione sarebbe molto più efficace se ad appoggiare il collo sotto la lama fossero i due presunti artisti, se non altro dal momento che sia la democrazia che il web appartengono al mondo degli esseri umani. Non certo a quello degli agnelli che, come si vede, di potere decisionale non ne hanno proprio nessuno.

I due “artisti” hanno costruito personalmente la ghigliottina e si sono poi procurati l’agnello da gettare in pasto alla rete. Sono quattordici i giorni, a partire da ieri, per votare per la sua sorte. Dopodiché la performance si concluderà con la decapitazione o il salvataggio del cucciolo.

Per il momento la maggioranza degli internauti ha votato no all’esecuzione, ma la rete è piena di scervellati e ci si può, purtroppo, aspettare di tutto. Anche perché quelli che finora hanno votato sì alla decapitazione sono stati ben un milione e centomila sadici perversi provenienti un po’ da tutto il mondo.

PETA ha già parlato della questione attraverso l’Huffington Post e dichiarando che “una performance del genere non si può definire artistica. Si tratta piuttosto di un escamotage pubblicitario che potrebbe portare altri artisti, o presunti tali, all’imitazione”.

La stessa università delle Belle Arti di Berlino si è dissociata dal progetto, che ha spiegato essere stato sviluppato al di fuori del contesto accademico.

Di seguito, il video “promozionale” della performance.

Foto: l’agnello da sacrificare.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

7 Commenti

  1. Altro che artisti!! Questi due sono due merde senza cuore e anima!! Chi cazzo siete!!??? voterei sul darvi l’ergastolo per ISTIGAZIONE ALLA VIOLENZA CONTRO GLI ANIMALI!! Mi fate altamente schifo e spero qualcuno vi pigli a calci in culo e vi butti in galera!! Vi prego fermateli!!

  2. Mi sta sugli zebedei però che l’università si dissocia e basta. Come la UEFA per il genocidio dei cani in ucraina, anche questa bella (del tutto ironico) istituzione alza le mani e si limita dire “noi non centriamo”. Li cacciasse a pedate nel culo sti due decerebrati e prenda una seria posizione!!!
    E cmq ai due sedicenti (o deficienti) artisti farei prendere io una posizione: sulle rotaie prima del passaggio di un treno… magari si spiaccicano il maniera artistica!

  3. LA BELL ‘ ARTE SAREBBE FAR SPARIRE A QUELL’ DUE ,,,BASTARDI

  4. Ottima idea branco di animali,perchè nn ci andate voi due sotto a quella ghigliottina eh,io vorrei davvero prendervi una sera a tutti e due e farvi tanto ma tanto di quel male che dal giorno seguente solo opere di bene potreste fare!!!
    Hy fucking guys,are you normal??i’d like find you in the dark strett one night,the last evening of your life!this is not an experiment this is only cruelty!!!

  5. io ci metterei la loro testa li sotto!!! deficienti!!!

  6. Idioti e sanguinari…Disumani.

  7. gennaro stammati

    PENA DI MORTE AGLI ESECUTORI

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com