Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Viterbo: 70enne bastona e fa a pezzi due cani, denunciato

Viterbo: 70enne bastona e fa a pezzi due cani, denunciato

È stato denunciato a Viterbo un pensionato 70enne accusato di aver ammazzato due cani della vicina di casa e di aver poi aggredito la donna. 

La storia inizia lo scorso aprile, quando i Carabinieri vengono chiamati perché il 70enne ha ucciso a bastonate il primo animale. Naturalmente l’uomo non viene arrestato, poiché la legge italiana sui maltrattamenti di animali, pur classificandoli come reato penale, non prevede il fermo.

Il 70enne resta dunque libero e, due giorni dopo, fa a pezzi con un coltellaccio il secondo cane. Poi punta l’arma alla gola della vicina di casa.

La presidentessa dell’associazione Earth, Valentina Coppola, giustamente sottolinea: “È stata sottovalutata dalle forze dell’ordine la prima inaudita violenza nei confronti del cane della vittima, ed è da questa che è scaturita l’escalation violenta che ha portato alla truculenta uccisione del secondo cane e al tentato omicidio della signora”.

Parole molto vere: in Italia si sottovaluta sistematicamente l’amoralità completa degli aguzzini di animali, che necessariamente “devono” aggredire un essere umano al fine di essere fermati. Siamo concordi con Earth nell’affermare che la violenza nei confronti degli animali difficilmente è fine a sé stessa, e che rappresenta spesso un vero e proprio preludio a quella sugli uomini. Tuttavia, se anche un massacratore di cani non aggredisse mai un suo simile, dovrebbe comunque essere fermato. E punito, non trattato a buffetti sulle mani o multato. 

Foto: repertorio (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. e nooo…questo no ,ci sono prove deve pagare non puo passarla liscia ,anche se ha 70 deve pagare

  2. Più che multato dovrebbe essere MUTILATO!!!

  3. PENA DI MORTE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com