Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / UK: malattia sconosciuta colpisce i gatti

UK: malattia sconosciuta colpisce i gatti

C’è una malattia sconosciuta che ha colpito almeno 50 gatti scozzesi negli ultimi dieci anni, e a cui gli esperti non riescono a dare spiegazione né soluzione. 

Si chiama “Staggering Disease” ed è una sorta di morbo su cui, per il momento, non si sa quasi nulla e si continua a lavorare. I gatti affetti da questa patologia subiscono un irrigidimento degli arti, l’indurimento della coda – che diventa dura e dritta come un bastoncino – e la loro deambulazione, dunque, diventa assolutamente difficoltosa. L’animale si muove a scatti, al punto da ricordare un robot.

Una malattia, la Staggering Disease, che colpisce i gatti proprio nel loro maggiore punto di forza: l’agilità. 

Quello che finora è chiaro è che la patologia sembra essere particolarmente diffusa nella zona scozzese tra Inverness e Aberdeen. Tuttavia, nell’ultimo periodo sono stati registrati casi di Staggering Disease anche in Svezia e in Austria. 

Al momento non esistono cure. Gli animali funestati da questo morbo subiscono anche delle modificazioni caratteriali: alcuni esemplari diventano morbosamente attaccati ai loro umani, altri, invece, aggressivi. Diventano inoltre ossessivi nel lavarsi e leccarsi, e sempre più disorientati.

Spiega la veterinaria Jeannette Andrew: “Sembrano dei robot. Hanno l’aria persa e spesso rimangono incastrati negli angoli, senza più capacità di voltarsi o di indietreggiare. Tengono la testa spinta in avanti, il mento abbassato, e si muovono in maniera meccanica, rigida. La coda rimane completamente tesa e dura”.

Secondo Danielle Gunn-Moore, professore all’Università di Medicina Felina di Edimburgo, la causa della malattia sarebbe stata finora ricercata sotto forma di virus a carico di sangue e cervello del gatto, ma con un sostanziale nulla di fatto. 

Ci si interroga, tuttavia, se l’alimentazione degli animali possa aver avuto un peso nello scatenarsi del male. Tutti i gatti colpiti avevano accesso all’esterno ed erano abiti cacciatori, quindi si prende in considerazione che la Staggering Disease sia da addursi a virus mutanti trasportati da alcune prede come volatili o topi.

Gli animali finora contagiati da questa malattia che si presume di origine neurologica sono stati, in alcuni casi, eutanasizzati a causa della crescente difficoltà nel muoversi e della conseguente sofferenza. Alcuni vengono addormentati per sempre perché non sono più neppure in grado di deglutire. 

Di norma, il momento dell’eutanasia si verifica entro un anno dai primi sintomi del male.

Nella foto: un gatto affetto dalla Staggering Disease (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com