Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / A Sicignano la lotteria del 25 aprile mette in palio un maialino vivo

A Sicignano la lotteria del 25 aprile mette in palio un maialino vivo

Animalisti sul piede di guerra per l’ennesimo “premio vivente” ad una lotteria. Stavolta a mettere in palio la creatura è Rifondazione Comunista, nell’ambito di una lotteria organizzata per il prossimo 25 aprile a Sicignano degli Alburni.

Una scelta che sottolinea, appieno, quanto radicata sia la percezione di creature viventi e senzienti quali oggetti inanimati, di cui disporre a proprio piacimento.

Risale solo a qualche mese fa la notizia della messa in palio di due caprioli vivi da abbattere, in una riserva di caccia del trentino: chi vinceva alla lotteria riceveva in premio la possibilità di accoppare a fucilate due creature inconsapevoli. Nel caso della lotteria di Sicignano, il “fortunato vincitore” si porterà a casa un porcellino da sgozzare per farne salami. 

Gli animalisti si sono immediatamente attivati per scongiurare quella che anche CityNews, che pubblica la notizia, definisce una “incivile premiazione”. 

“I vigili urbani di Sicignano mi hanno spiegato che si tratta di una lotteria che, organizzata ogni anno, in occasione del tesseramento, mette in palio come premio un maialino”, racconta Mariasperada Laudisio della LAV salernitana.

“È inammissibile che il premio di una lotteria sia un animale vivo: navigando su internet ho trovato vari precedenti di lotterie simili annullate grazie all’intervento della Prefettura. Un animale non può e non deve essere un premio da vincere. A prescindere dalle considerazioni etiche, chiunque può acquistare il biglietto della lotteria, ma per gestire e crescere un animale ci vuole spazio, buona volontà e tanta cura. Non è come mettere in palio un prosciutto bello e pronto”.

LAV ha dunque scritto a sindaco, vigili, Guardia di Finanza e alla stessa Rifondazione Comunista, promotrice dell’evento.

“Utilizzare gli animali in feste popolari è diseducativo in quanto induce al disconoscimento dei messaggi di sofferenza, ostacola lo sviluppo dell’empatia e sollecita una risposta incongrua, divertita alla pena, al disagio e all’ingiustizia”, dice il comunicato LAV.

Noi concordiamo.

Foto: repertorio (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Non andate a Sicignano nè ora nè per qualsiasi motivo turistico, DA ORA IN POI! Evitate Sicignano in futuro se fanno questa fiera con genti barbare.

  2. PENA DI MORTE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com