Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Anche l’India dice stop alla vivisezione. L’Italia invece no

Anche l’India dice stop alla vivisezione. L’Italia invece no

Che l’Italia continui a sostenere la vivisezione nonostante il parere discorde di gran parte della popolazione è purtroppo cosa nota. 

Quello che sorprende positivamente, invece, è che l’Unione dei Ministri dell’Ambiente indiani avrebbe deciso di vietare l’uso di animali vivi sia nella ricerca che nella didattica, limitandosi all’utilizzo nella ricerca molecolare.

La notizia è riportata anche da Geapress.

In India, dunque, università, ospedali, laboratori di ricerca e istituti scientifici dovranno rispettare una serie di linee guida che di fatto aboliscono quasi totalmente l’utilizzo degli animali, e che lo sostituiscono con modalità alternative come ad esempio la simulazione al computer.

È stato lo stesso Ministero ad emanare tali direttive che, peraltro, prevedono sia sanzioni pecuniarie che pene detentive per chi le viola. 

Si attende ora che il Comitato dia ai propri membri la facoltà di ispezionare gli istituti senza alcun preavviso, in modo da registrare in maniera immediata eventuali irregolarità.

Un passo avanti per l’India, dieci indietro per l’Italia.

Foto: repertorio (fonte).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. coi politici marionette che ci ritrov iamo!!!!

  2. HANNO SUPERATO MENTALMENTE L’ ITALIA

  3. PENA DI MORTE

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com