Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Non solo Romania: la Malesia e lo sterminio dei randagi

[VIDEO] Non solo Romania: la Malesia e lo sterminio dei randagi

Le notizie in merito alla gestione del randagismo in Malesia fanno accapponare la pelle. Sembrano uscite dai peggiori incubi immaginabili. Cani uccisi a colpi di arma da fuoco, decapitati, picchiati e catturati con le reti in pieno centro cittadini, vittime di abusi di ogni tipo.

Non solo Romania, dunque. Non solo Ucraina e non solo Albania: la gestione del randagismo è vergognosa e sanguinaria in gran parte del mondo. 

Lo scorso anno, un esponente di un concilio cittadino ha abbattuto un cane a fucilate in casa dei suoi proprietari perché l’animale non aveva la specifica licenza. 

L’abbattimento e la decapitazione dei randagi, promossa dallo stesso governo, avrebbe l’obiettivo di analizzare i resti per l’eventuale infezione da rabbia (?).

Le foto che vi mostriamo, e che risalgono a circa un anno fa, arrivano da Penang e mostrano gli ammazzacani malesi impegnati a catturare e uccidere alcuni cani randagi di fronte ai cittadini, in un’area residenziale e nei pressi di un giardino in cui stavano giocando alcuni bambini. 

Gli ammazzacani sono stati visti sparare ai cani, lasciando al suolo quella che è stata definita dai residenti come “una scia di sangue”.

“Quando sono arrivati, i cani stavano dormendo sotto alcune macchine parcheggiate fuori dalle abitazioni”, dichiara un testimone, “Hanno afferrato uno dei cani, l’hanno schiacciato al suolo e gli hanno sparato in testa numerose volte sebbene non fosse assolutamente aggressivo”.

Un altro testimone parla di tre ragazzini rimasti traumatizzati da quanto visto. 

Le violenze nei confronti dei randagi in Malesia sono così diffuse che le locali organizzazioni animaliste stanno da anni facendo pressioni perché il governo vari delle leggi stringenti e decisamente più severe. Da tempo si cerca di educare istituzioni e popolazione al progetto Catch, Neuter & Release/Rehome, che prevede la cattura dei randagi, la loro sterilizzazione e vaccinazione, e la reimmissione sul territorio o adozione. Nulla da fare: le parole delle associazioni cadono nel vuoto regolarmente. 


© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

9 Commenti

  1. Che schifo ma come si fa ad essere così violenti gli animali vanno rispettati come tutti gli esseri viventi!

  2. inconcepibile!!!! mostruoso…..:((((

  3. Che schifo! E poi mi chiedono perchè sono così acida nei confronti dell’umanità…

  4. INCONCEPIBILE ,NON SI PUò ANDARE AVVANTI COSI …NON SI PUO,COSA FANNO DI MALE GL’ ANIMALI!?

  5. vergognatevi

  6. Figli di puttana dovete morire bruciati, sto mondo deve finire, una cazzo di ecatombe globale, e sarebbe pure ora!

  7. Anzi scusate….figlio di una meretrice dai facili costumi, non vorrei offendere la sensibilità di qualcuno verso quell’ignobile rappresentante del genere umano.

  8. Figlio di puttana.

  9. very very bastard!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com