Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Galliate: salvato riccio ustionato, ora è in cura

Galliate: salvato riccio ustionato, ora è in cura

Sono state le guardie ecozoofile ANPANA a portare in salvo un riccio semi-bruciato ritrovato a Galliate, lungo il ponte della ferrovia Novara Nord.

Non si tratta, una volta tanto, di un atto di brutale violenza perpetrato da un essere umano quanto piuttosto di un incidente: in un tratto di prato tra il guard rail e la strada si era infatti sviluppato un piccolo incendio, poi domato dalla Polizia Locale di Galliate. 

A fiamme spente, gli agenti si sono accorti dell’animale, arrotolato su sé stesso, terrorizzato e in stato di shock. Il riccio era probabilmente rimasto imprigionato senza possibilità di fuga tra le sterpaglie che avevano preso fuoco, e infatti mostrava segni di severe bruciature su gran parte degli aculei. 

Le forze dell’ordine hanno riposto il riccio in una scatola di cartone per poi affidarlo alle Guardie ANPANA.

Il piccolo riccio risulta ustionato su tutta la parte superiore del corpo, dalla testa fino a metà dorso. Ma nonostante le estese bruciature, a rimanere danneggiati sono stati soltanto gli aculei, mentre le parti vitali del corpo e il muso sono sostanzialmente intatte.

L’animale, timido e molto schivo per natura, è stato visitato da un veterinario e ripulito nelle parti lese. 

Di lui si stanno ora occupando i medici e le guardi ecozoofile. Il riccio pesa 360 grammi e, per ora, viene nutrito con pappe liquide somministrate con un’apposita siringa. Non appena starà meglio, si opterà per cibo più solito. Ma niente latte di mucca, spiega ANPANA, che lo porterebbe a morte certa. 

Il riccio si alimenta di frutta, verdura, insetti e lumache. Ci si augura che questo particolare esemplare recuperi al più presto le forze in modo da poter essere rilasciato sul territorio.

Nella foto: il riccio ustionato.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com