Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Storia di Felix, agnello mutilato portato in salvo

Storia di Felix, agnello mutilato portato in salvo

La storia di Felix arriva dagli USA, dal Woodstock Farm Animal Sanctuary, ed è in linea con la Pasqua che si avvicina. Una Pasqua in cui tanti fratelli e sorelle di Felix verranno barbaramente trucidati per finire nella pancia di qualcuno. Non per necessità, ma per gola.

Felix è l’agnellino che vedete nella foto in apertura. Come avrete notato, gli manca una zampa posteriore. 

Il piccolo era parte dei “capi” di un’azienda che “produce” agnelli e capretti da carne e venne trovato menomato. Mutilato di una zampa, non valeva neppure il costo del veterinario della struttura. 

Si pensa sia stato attaccato da un predatore e che, in qualche modo fortunoso, sia riuscito a scampare alla morte. Ma a causa dell’entità delle sue ferite, i dipendenti dell’azienda lo avevano gettato in un piccolo recinto di contenzione con l’intenzione di “terminarlo” quel giorno. Solo uno di questi dipendenti ebbe un po’ di pietà: prese Felix in braccio e, dopo l’orario di lavoro, lo trasportò fuori dalla struttura.

Nell’arco di qualche giorno Felix si trovava già al santuario.

Felix visse in casa con i fondatori dell’associazione, Jenny e Doug, mentre la sua zampina guariva dalle ferite. Inoltre, non aveva neppure finito lo svezzamento e dunque andava nutrito con il biberon. 

Quando guarì, venne subito inserito nel gregge, che lo accettò amorevolmente. Dopotutto, le pecore sono animali assai mansueti. 

Oggi, adulto, Felix è descritto dall’associazione come una delle pecore più “amichevoli, gentili e desiderose di attenzione”. Adora conoscere nuova gente ed è sempre molto docile e mansueto con tutti, come è sua natura.

Sebbene la sua zampa posteriore sia stata quasi completamente amputata, Felix non ha particolari problemi di deambulazione e in ogni caso i dipendenti del santuario lo controllano sempre con grande attenzione, nell’eventualità che accusi dolore all’unico arto posteriore o alla schiena. Stanno anche meditando di procurargli una protesi in modo che possa essere nuovamente “intero”.

Buona vita, Felix.

Nella foto: Felix appena arrivato al santuario.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Menomale che qualcuno ogni tanto mostra un briciolo di “pietà”. Buona vita Felix!! E soprattutto, buona Pasqua…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com