Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Traffico di cani dall’Ungheria a Napoli: 16 cuccioli morti

Traffico di cani dall’Ungheria a Napoli: 16 cuccioli morti

Sedici cuccioli non ce l’hanno fatta a sopportare la fatica del viaggio dall’Ungheria a Napoli. E trentacinque sono i sopravvissuti dell’ennesimo caso di traffico di cani individuato e bloccato all’interno del nostro Paese.

I piccoli soccorsi sono tutti in condizioni di salute precarie a causa dello stress, della giovanissima età, della fatica e della sete e ci si augura soltanto che riescano a farcela.

Un vero e proprio bollettino di guerra, quello stilato dalla Guardia Forestale dello Stato che ha smascherato il traffico illecito di cani in un capannone in provincia di Napoli. Il fatto è avvenuto soltanto qualche giorno fa, ed è ormai chiaro che tutti i cuccioli erano stati introdotti illegalmente dall’Ungheria.

Irregolare è infatti la documentazione associata a ciascun piccolo e di molti cuccioli neppure si conosce con certezza la provenienza. Non ci sono passaporti, men che meno microchip. Per non parlare – come sempre accade – dell’età degli esemplari: troppo, troppo piccoli e fragili per essere strappati alle loro madri. Tutti i cuccioli avrebbero avuto ancora bisogno dello svezzamento materno. 

I piccoli che sono riusciti a scampare alla morte sono ora affidati alle cure dei volontari della LAV. Eletta loro custode giudiziaria, l’associazione sta ora cercando casa ai cuccioli, tutti di razza – shar pei, bull terrier, carlini, shitzu, terranova, jack russel, pinscher, bulldog, barboncini. 

Vi chiediamo di non inoltrarci mail o commenti chiedendoci informazioni sull’adozione: non siamo coinvolti. La metodologia, se volete prendere in affido uno di questi cuccioli, prevede una telefonata alla LAV al numero 06 4461325 oppure la compilazione di un form apposito sul sito www.lav.it

Nella foto: uno dei piccoli recuperati.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com