Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / Camerun: troppi bracconieri e troppo pochi soldati, 500 elefanti uccisi

Camerun: troppi bracconieri e troppo pochi soldati, 500 elefanti uccisi

Sono oltre 500 gli elefanti massacrati dai bracconieri in Camerun, dall’inizio del 2012. La strage è avvenuta all’interno del parco nazionale di Bouba Ndjidda, a nord del Paese e la denuncia arriva dall’amministratore della riserva.

Dichiara Paul Bour: “Noi, responsabili e agenti del parco, siamo concordi nell’affermare che sono stati uccisi più di 500 elefanti. Inoltre, ci sono addetti alla manutenzione e alla sorveglianza del parco che riferiscono che i bracconieri hanno detto loro di aver ucciso 650 elefanti. Questa cifra mi sembra plausibile”.

Bour coglie l’occasione anche per dare una stoccata al governo camerunense, presumibilmente reo di sottostimare le uccisioni. 

“Il governo del Camerun vuole sottostimare il bilancio e parla di 128 animali uccisi”.

Ma per quale ragione le istituzioni mirerebbero a contenere lo scandalo? Secondo Bour la motivazione è semplice: per le critiche che piovono loro addosso a causa della mancata tempestività negli interventi di protezione degli animali e di dissuasione del bracconaggio.

“I soldati sono arrivati troppo tardi per salvare la maggior parte degli elefanti del parco e in numero troppo esiguo per dissuadere i bracconieri“, conferma Natasha Quist, rappresentante del WWF per il Centro Africa.

Nella foto: alcuni degli elefanti uccisi.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. c’è purtroppo di mezzo anche una grande corruzione…

  2. Non ho parole per quello che è successo. Mi dispiace tantissimo e vedere le foto di tutti questi poveri animali oramai privi di vita mi fa una rabbia enorme!!! Non capisco proprio come sia potuto accadere!!
    Si sa da sempre che gli elefanti sono sempre stati presi di mira dai bracconieri per rubarli le zanne e farci degli stupidi souvenirs . Che schifo!!!!!!!! Tutto questo perché delle “persone” avide e senza scrupoli hanno pensato di fare soldi con la commercializzazione d’avorio. Poco tempo fa avevo visto un documentario che trattava proprio il bracconaggio degli elefanti. Mi ero tanto rincuorata perché un team a tutela degli elefanti aveva sostenuto una campagna di sensibilizzazione tra le persone locali in modo che si impegnassero anche loro nel salvaguardare questi bellissimi e intelligenti animali. Il team aveva creato delle nuove e oneste occupazioni per gli abitanti del posto come ad esempio diventare addetti alla sorveglianza del parco e fare da guida ai turisti.Ecco un modo intelligente per evitare che potessero diventare dei bracconieri per sfamarsi. Non comprendo proprio come hanno fatto i bracconieri ha uccidere gli elefanti quando c’era un rischio così evidente…qualcosa non torna proprio…………!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com