Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Desio: cuccioli maltrattati al negozio di animali, tre gli indagati

Desio: cuccioli maltrattati al negozio di animali, tre gli indagati

È stata la Polizia Provinciale ad intervenire, dopo lunghe indagini, in un grande negozio di animali di Desio. Il sospetto, poi trasformatosi in certezza, era che i cuccioli detenuti per la vendita fossero maltrattati. 

Alle autorità erano in effetti giunte segnalazioni relative a casi di abuso nei confronti di cuccioli di cane. A seguito delle investigazioni, durate circa due mesi, si è scoperto che i piccoli provenivano tutti da un allevamento di Bergamo gestito da un pregiudicato. I cuccioli arrivavano al negozio affetti dalle più svariate patologie: dalla parvovirosi alla giardia, da varie malattie respiratorie fino alle infestazioni parassitarie (e non si trattava di pulci, ma di zecche, coccidi, vermi e persino pidocchi). Ben cosciente delle condizioni dei piccoli, lo stesso allevatore consegnava ai dipendenti del negozio dosi di antibiotico triple rispetto a quanto normalmente prescritto dai veterinari per cuccioli di quell’età.

Coinvolto nei maltrattamenti era anche un veterinario, che si occupava di falsificare non solo i certificati medici, ma anche le iscrizioni all’anagrafe canina e i certificati di nascita. 

Al momento del blitz della Polizia Provinciale sia il veterinario che l’allevatore sono stati colti sul fatto, con sette cani stivati nel baule di un fuoristrada: nascosti come oggetti e a malapena in grado di muoversi o respirare. 

Oltre a questi sette cuccioli sono stati sequestrati altri otto piccoli in grave pericolo di vita. Gli animali si trovano ora all’ENPA e all’Australian Sheperd Rescue Italia e ci si augura possano riprendersi. 

La ciliegina sulla torta è stata scoprire che l’allevatore si occupava anche del ritiro e dello smaltimento abusivo degli animali che non sopravvivevano.

Nella foto: alcuni dei cuccioli portati in salvo.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. HAI RAGGIONE

  2. e mo, cosa succede con l’allevatore e il negoziante? Niente scommetto. Una multa al massimo. Questo è l’applicazione della legge contro il maltrattamento di animali in Italia.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com