Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / 3000 bovini muoiono su nave alla deriva nel Mar Rosso

3000 bovini muoiono su nave alla deriva nel Mar Rosso

Si tratta di una delle più grosse tragedie di esportazione di bestiame, quella che ha coinvolto una nave andata alla deriva nel Mar Rosso negli scorsi giorni. 

La nave, brasiliana, era diretta in Egitto e trasportava 5,600 bovini destinati ai mattatoi del Paese. Dopo una settimana alla deriva, il bilancio è il seguente: 2,750 animali sono morti. I superstiti sono sbarcati a terra e probabilmente finiranno comunque nel piatto di qualcuno.

L’associazione animalista Compassion in World Farming ha spiegato che la Gracia Del Mar trasportava gli animali in un lunghissimo viaggio dal Brasile all’Egitto con destinazione macello. I primi problemi sono stati causati dal maltempo. Poi vi sono stati malfunzionamenti all’impianto di ventilazione e al sistema di alimentazione degli animali.

La combinazione di questi fattori ha causato la morte dopo una terribile agonia di circa metà degli esemplari trasportati e chiaramente impossibilitati a fuggire.

Quando la Gracia Del Mar è arrivata a Porto Said, in Egitto, ossia la destinazione del viaggio, lo sbarco non è stato autorizzato a causa della presenza di animali morti a bordo. Il capitano ha a quel punto preso la decisione di salpare nuovamente e di attraversare il Canale di Suez per tentare lo sbarco in tre diversi porti: Dijbouti, Sudan ed Eritrea. Tutte e tre le richieste sono state bocciate. 

In un vero e proprio gorgo di indifferenza e rimpallo di responsabilità, la nave si è ritrovata ferma nel Mar Rosso con le mucche agonizzanti al suo interno. 

Animals Australia ha riportato che le autorità hanno considerato l’eventualità di trasferire gli animali ancora vivi in navi più piccole nel Corno d’Africa in modo da trasportarle a terra. Gli attivisti hanno obiettato che questo avrebbe causato agli animali uno stato di stress ancora maggiore, e chiesto di trasferirle direttamente in porto.

Finalmente giovedì scorso è arrivata la conferma che i bovini erano stati prelevati dalla nave. Gli attivisti cercano ora di capire che fine abbiano fatto.

“Non siamo stati in grado di verificare gli ultimi rapporti ma continueremo a cercare di scoprire cosa stia accadendo ai sopravvissuti, in modo di assicurare loro perlomeno un trattamento compassionevole dopo la tragedia vissuta”, ha dichiarato la CIWF. “Quello che è chiaro al momento è che questo incidente è un altro esempio del perché i viaggi del bestiame su lunga distanza dovrebbero essere aboliti”. 

Foto: repertorio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com