Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Trento: gioca alla lotteria, il premio è uccidere un capriolo

Trento: gioca alla lotteria, il premio è uccidere un capriolo

Un vicenda senza senso, come molti dei fatti di cronaca di cui parliamo normalmente, arriva da Trento. Qui, una lotteria di beneficenza organizzata dai cacciatori di Ronzo-Chienis, propone tra i suoi premi non solo una beccaccia imbalsamata ma anche la possibilità di ammazzare un capriolo.

La LAV del Trentino è furiosa, e gli animalisti italiani con lei: un animale trattato alla stregua di un “premio” nell’ambito di un gioco che si conclude con la sua morte è un boccone difficile da mandare giù.

La notizia ha creato un clamore tale che persino il TG1 ne ha parlato nella giornata di ieri (si può rivedere il servizio a questo link). 

L’animale “premio”, ossia quello che dovrebbe essere ucciso, è una femmina di capriolo appositamente scelta: la condannata a morte di un gioco idiota e crudele. A mettere a disposizione la “preda” è la riserva di caccia Ronzo Chienis.

Dichiara Giusy Ferrari di Animalmente: “Vogliono rendere normale un’atrocità come la caccia. E come pretesto considerano un animale del bosco un oggetto come un altro”.

Esattamente. Immaginatevi i premi: un set di posate, un bersaglio per le freccette, un buono vacanze, e una licenza di uccidere una creatura di vivente. Complimenti!

Va comunque specificato che il caso di Ronzo Chienis, nella sostanza, non è unico e non differisce in alcun modo da moltissime sagre paesane in cui gli animali vengono regolarmente utilizzati come oggetti o trofei viventi (o morti, a seconda dei casi).

Ci si augura che le numerose proteste relative a questa lotteria dell’inciviltà si facciano ancora più assordanti, e che il premio venga annullato.

Nella foto: un esemplare di capriolo.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. griselda è straniera, tu solo un maleducato. i cacciatori portano risultati? sì, vediamo bene quali. e soprattutto vediamo quanta della fauna non sia naturale ma inserita solo per il vostro diletto: vi piace vincere facile e lo sanno anche i bambini! saluti.

  2. Impara a scrivere per prima cosa, che sembri dislessica…
    Poi non vedo perchè vi dovete impicciare di cose che non vi competono, il prelievo del capriolo è già stato stabilito dal comitato faunistico visto che rientra nei piani d’abbattimento ed è un capo contingentato, l’abbattimento può essere effettuato da un cacciatore della riserva, o da un cacciatore esterno alla stessa, è tutto in regola quindi prima di scrivere fesserie informatevi. Per concludere visto che in Trentino la specie capriolo è data in deroga all’ ACT, la prossima volta offritevi voi di gestirla e di portare ogni anno i risultati che portiamo noi se ne siete capaci… Cordialmente Fabrizio.

  3. perchè non si mettono loro stessi anella parte del capriolo già che li piace tanto sparare che si spareno tra loro ,razza di m…

  4. siete dei deficienti,che parole ci sono da dire a questi fermateli questi pazzi

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com