Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / 30 cuccioli morti nel canile di Castelvetrano

30 cuccioli morti nel canile di Castelvetrano

La mattanza dei cani del sud continua, per un motivo o per un altro, il tutto sotto gli occhi disperati e impotenti dei volontari che tanto, tantissimo fanno, ma che non possono essere ovunque in ogni momento.

E se qualche giorno fa Bobbetto, meticcio bianco di quartiere, è stato colpito da una fucilata in piena faccia e si è trascinato sanguinante per 50 metri prima di smettere di respirare, ieri è stata la volta di un’altra notizia da levare il fiato.

Sono trenta i cuccioli di cane morti al canile di Castelvetrano negli ultimi due mesi, perché l’Azienda Sanitaria Provinciale non aveva fornito i farmaci adeguati. 

Gli animalisti dell’associazione LAICA chiedevano vaccini contro la gastroenterite. Chiedevano e insistevano, ma i vaccini non arrivavano e intanto i cuccioli si ammalavano e morivano uno dopo l’altro. 

Il canile comunale, carente sotto tutti i punti di vista, non era in grado di fornire cure ottimali in loco – anche perché privo di spazi di quarantena e ricovero. I volontari non hanno potuto fare altro che tentare tutto il possibile per salvare i piccoli: veterinari pagati a proprie spese, utilizzo di spazi impropri per i ricoveri. 

Poi ci sono i cuccioli uccisi dagli altri cani, resi furenti e folli dalla detenzione. E quelli lanciati oltre il cancello del canile, manco fossero palle da calcio.

Gli abbandoni sono stati persino ripresi dalle telecamere di sorveglianza montate nei pressi dell’entrata, ma le denunce sono state zero. Motivazione? Apparentemente (ma è difficile crederlo) non si leggevano MAI le targhe delle macchine. 

Tra inefficienze dell’Azienda Sanitaria Provinciale, abbandoni e omertà, intanto, i cuccioli continuano a morire.

Nella foto: alcuni dei cuccioli uccisi dalla gastroenterite.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. E impossibile che questo succeda ancora …ma io dico se qualcosa di questo succeda alle persone cosa succedereb be…si griderebbe subito allo scandalo vero!!!ma come mai queste persone che trattano questi poveri animali così non si vergognano….che bestie…loro gli animali sono più umani di voi..

  2. Che infinita tristezza e rabbia!!! Poveri piccoli…

  3. in prigione tutti i dipendenti asl d’italia,per pochi onesti ke pagano,in compenso l’enorme marea di farabutti pagati da noi, finisce dentro,e il bello e ke paghiamo anke in questo caso, è difficile liberarsi di certa specie

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com