Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Storie dal Ponte: Achille, avvelenato mentre cercava casa

Storie dal Ponte: Achille, avvelenato mentre cercava casa

Il caso di Achille ci ha fatto così tanto male che abbiamo ritenuto doveroso parlarne anche qui, sul nostro blog. Perché il suo nome e il suo aspetto, e soprattutto la sua storia, non vengano dimenticati. E perché tanti altri, come Achille, vengano sempre ricordati anche se non ci sono più.

Sono state le foto di Achille a fare male. Quella lunga carrellata di immagini che ce lo mostrano dapprima vivo, fiducioso, felice. Bellissimo. E poi sdraiato a terra, allo stremo delle forze. Morente. 

Gli occhi, chiari e luminosi, tristi e fissi su qualcosa che noi non sappiamo vedere. Alla ricerca di una compassione che nell’uomo raramente si trova. Un uomo così rapido ad accusare i cani di cattiveria, e sempre così indulgente verso sé stesso e verso le proprie continue, imperterrite, brutali, immotivate crudeltà nei confronti delle creature più deboli, più fragili, più indifese. 

Creature come Achille, che era stato soprannominato il “mammo” perché gli piaceva prendersi cura dei cuccioli. Gli piaceva accudirli come una balia. Achille aveva solo nove mesi e sarebbe stato un papà perfetto.

Achille era un cane perfetto, senza una casa. Come i tanti di cui pubblichiamo l’appello, ogni giorno, e che a malapena ricevono un commento, una condivisione. 

Achille era stato gettato da una macchina e lasciato per la strada. Lui, però, anche se non aveva più un tetto, nell’uomo non aveva perso né la fiducia né l’amore, e correva a far le feste a chiunque gli si avvicinasse.

Forse anche al suo avvelenatore. Achille magari ha fatto le feste anche a lui, e si è fidato di quella mano che gli offriva un boccone di cibo.

Quel cibo era farcito di morte.

Quando le volontarie che si prendevano cura di lui lo hanno trovato, Achille era steso a terra, ormai in agonia.

“Tu che lottavi con te stesso per tenere aperti quegli occhi, perché la voglia di vivere era più forte di ogni altra cosa”, dicono di lui.

Achille, mentre moriva, piangeva. E fissava con quegli occhi chiari e privi di qualunque cattiveria le uniche persone che avevano cercato di prendersi cura di lui, quelle che stavano lottando per trovargli una casa.

Una casa che non c’è mai stata, un’adozione che non è mai arrivata in tempo.

Ci dispiace, Achille, ci dispiace tanto. Perdona la nostra razza maledetta, se puoi.

Nella foto: Achille sano, a sinistra, e morente.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

15 Commenti

  1. tutti scriviamo, lanciamo imprecazioni io per prima scriverei tante parolacce rivolte a chi fa tanta cattiveria che se una giustizia divina dovrebbe far morire queste persone facendogli passare le sofferenze che loro hanno fatto passare a queste povere bestiole, ma non serve!!!!
    io sono stata a Corigliano al campeggio il Salice i primi di Luglio/2012 e nel villaggio sono entrati 3 cani randagi, credetemi bellissimi, anche se pelle ossa ed impauritissimi. io gli ho dato da mangiare e da bere ma subito c’è stato un signore che ha fatto un putiferio perchè non voleva cani in campeggio ed ha minacciato di farli cacciare in malo modo, mi sono arrabbiata ho litigato, mi sono resa conto però che la realtà è questa!!! A Corigliano la situazione randagi è veramente grave perchè a parte a questi angeli di volontare che curano e salvano a proprie spese questi esseri dolcissimi, dall’altra parte c’è un’apatia ed una cattiveria tra le persone che andrebbe veramente punita, visto che otretutto le leggi ci sono ma questi bastardi se la cavano sempre!!!! non mi era mai capitato di vedere randagi così malridotti, questo significa che le istituzioni non fanno niente e la maggior parte della gente ha tanta insensibilità da ignorarli oppure bastardi che gli fanno del male. io ho 4 cani e di più non riesco a prenderli, però vorrei capire come mai in una città come corigliano non vengano prese delle iniziative per scoprire e punire tanta cattiveria, perchè questi poveri animali devono contare su persone MERAVIGLIOSE che li aiutano solo per l’amore che provano verso questi poveri esserini indifesi. perchè non si cerca di scoprire e punire gli autori di queste “cattiverie gratuite” (e sono stata educata) PERCHE”” il Comune non mette a disposizione un canile decente che li accoglie, non fa un’accordo con villaggi ristoranti che con tutti gli avanzi che hanno a fine giornata si sfamerebbero tutti i randagi gratis. Visto che il problema è così grave perchè non fate una segnalazione a “STRISCIA LA NOTIZIA”. IO CREDO CHE CORIGLIANO NON SIA MENO DI TANTI SERVIZI CHE HANNO FATTO VEDERE. Almeno denunciate questi fatti ignobili cercate di spingere verso queste istituzione che dovrebbere far rispettare le leggi. LA LEGGE CHE PUNISCE I MALTRATTAMENTI ESISTE MA SE NESSUNO PUNISCE SUL SERIO QUESTI BASTARDI NESSUNO VENDICA QUESTE POVERE BESTIOLINE CHE AVREBBERO DATO SOLO AMORE ANCHE A QUELLE PERSONE CHE VENDENDOLI SOFFERENTI SI GIRA DALL’ALTRA PARTE O CHE ADDIRITTURA GLI FA DEL MALE. SONO VERAMENTE DISTRUTTA MORALMENTE DA QUESTE INGIUSTIZIE.
    HO VISTO CHE C’è UN SOS PER SFAMARE I CANI DI CORIGLIANO MA CHI NON è ISCRITTO A FACE BOOK NON CAPISCE MOLTO, PER CORTESIA POTRESTE SCRIVERE UN INDIRIZZO E.MAIL PER CONTATTARE DIRETTAMENTE LE VOLONTARIE CHE SI OCCUPANO DI QUESTA INIZIATIVA? E POI UNA CORTESIA SE QUALCHE STORIA SI RISOLVE BENE AGGIORNATE GLI ARTICOLI ALMENO PARTECIPIANO CON GIOIA A QUALCHE LIETO BUON FINE IN MEZZO A TUTTA QUESTA CATTIVERIA. SPERO CHE LUCE E TUTTI I CAGNOLINI SOLI DOLCI ABBANDONATI CHE FIN’ORA HANO TROVATO SOLO ORRORE TROVINO AMORE. LA RAZZA UMANA NON E’ FORMATA DA SOLO BASTARDI E LE VOLONTARIE ED I VOLONTARI CHE OPERANO SUL FRONTE NE SONO LA PROVA VIVENTE. GRAZIE DI CUORE

  2. chi ha compiuto un gesto simile…….deve soffrire a vita …….vale meno di zero!!!!!!!!!!!

  3. florentina severino

    addio achille mi manchi tanto…… <3

  4. Mi ricordo la storia di Achille…ho visto il video che lo ritraeva agonizzante mentre i suoi soccorritori tentavano la corsa in macchina dal veterinario per tentare di salvarlo ma non c’è stato niente da fare!! E’ stato un filmato veramente straziante…Non ha fatto nulla di male per meritare tanta cattiveria!!! Achille vedendo dalle foto aveva degli occhi così intelligenti e pieni di gioia di vivere e purtroppo dei bastardi lo hanno avvelenato così… Non c’è mai un motivo per uccidere se non la vigliaccheria e l’odio verso tutto e tutti!!! Io veramente spero che il suo avvelenatore paghi caro il crimine che ha commesso e se qualcuno sa qualcosa dovrebbe avere il DOVERE di denunciarlo!!!

  5. gennaro stammati

    PENA DI MORTE

  6. credeteci ragazzi, la storia di achille per noi è stata così dolorosa che abbiamo faticato a scriverla.

  7. Holly:un angelo a 4 zampe

    Dopo quasi 2 mesi dalla sua morte,abbiamo letto questo articolo per puro caso. è stato davvero molto doloroso rivivere quei momenti.Achille era davvero un cane speciale.. non lo dimenticheremo mai,era il nostro piccolino…ci dava sempre la forza per andare avanti con la sua allegria..
    Ad Achille abbiamo dedicato il nostro rifugio che abbiamo costruito da poco..SARA’ PER SEMPRE NEI NOSTRI CUORI. CIAO ACHILLE..TI VOGLIAMO BENE!!!!!!

  8. ormai abbiamo capito chi sono le vere bestie a questo mondo,ma mi auguro che chi fa queste cose paghi con enormi sofferenze in vita, e al piccolo Achille dico di cercare sul ponte la mia piccola Shanti che come lui a soli 8 mesi ha trovato la morte per mano di un ignobile essere umano!

  9. Chi ha fatto un atto simile non deve morire.. deve vivere e pure per tanti anni ma tra atroci sofferenze di tutti i tipi!

  10. anche io. giuro.

  11. Andrea Figini

    Non riesco quasi a pensare ad altro … questa notizia mi ha veramente fatto male.

  12. Dio… che male al cuore…

  13. Povero piccolo… ora nessuno ti farà più del male che profonda tristezza dà tutta questa cattiveria… come si fa a far del male a creature così, è come far del male ad un bambino che ha fiducia negli adulti e non pensa di poter ricevere del male.
    Spero che la persona che ha fatto ciò possa essere presa e punita anche se purtroppo penso sia una vana speranza… Addio Achille, anzi arrivederci al Ponte…

  14. Achille, la mano cattiva che con vigliaccheria ti ha ucciso, pagherà malamente il suo perfido gesto, arriva sempre una giustizia (non terrena…ahimè purtroppo.
    Ciao Achille

  15. Achille nel cuore, sempre. A te che lo hai avvelenato dico soltanto una cosa: quanto saranno belli i giorni in cui la tua schifosa vita ti sputerà in faccia tutto il dolore inimmaginabile. Prima o poi tocca a tutti a quelli buoni, purtroppo, e ai pezzi di merda come te, fortunatamente

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com