Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Arezzo: scoperta stalla dell’orrore con animali morti e maltrattati

Arezzo: scoperta stalla dell’orrore con animali morti e maltrattati

120 pecore morte sono state ritrovate in una stalla di Anghiari, nell’aretino. Gli animali sono deceduti in seguito ai maltrattamenti subiti dai loro proprietari, e i loro corpi sono stati abbandonati a putrefarsi in un cumulo di membra. 

Gli Agenti del Corpo Forestale dello Stato hanno denunciato i due imprenditori agricoli responsabili dello scempio, che dovranno rispondere non solo della morte delle oltre cento pecore, ma anche del maltrattamento di altri settanta tra ovini e caprini, detenuti in quelle che vengono definite “precarie condizioni igieniche, sanitarie e di alimentazione”. 

La macabra scoperta è avvenuta a seguito di un sopralluogo sul posto da parte dei Forestali e dei veterinari dell’ASL: dal fabbricato adibito a stalla proveniva un odore insopportabile.

Aperti i portoni, ecco svelato l’arcano: nella struttura erano accatastate l’una sull’altra decine e decine di carcasse di pecore e capre in vari stadi di decomposizione. 

Alcuni cani si aggiravano tra gli animali morti nutrendosi delle loro carni e sparpagliandone i resti. 

Le capre e le pecore superstiti vivevano letteralmente sui corpi senza vita delle loro compagne ed erano ormai ridotte allo stremo. Il pavimento era ricoperto a tal punto da letame e corpi che gli animali riuscivano ad affacciarsi dai finestroni superiori. 

I veterinari hanno accertato che gli animali sono stati uccisi dall’incuria: erano abbandonati a sé stessi da circa tre mesi. 

Al momento attuale l’allevamento è in via di bonifica ed è responsabilità dell’ASL prendersi cura dei pochi animali superstiti.

Foto: uno dei cani ritrovati vicino ai resti degli animali.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. a saperlo… 🙁

  2. Dove sono quei farabutti che vado a sputargli in faccia?!

  3. Che tristezza l’umanità

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com