Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Sudafrica: rinoceronti uccisi dai ranger corrotti

[VIDEO] Sudafrica: rinoceronti uccisi dai ranger corrotti

Una cronaca di violenza e avidità che lascia l’amaro in bocca, specialmente perché gli aguzzini sono persone che, per prime, dovrebbero preoccuparsi del benessere e della tutela degli animali.

Quattro dipendenti del famoso parco naturale Kruger, in Sudafrica, famoso per cercare disperatamente di salvare dal bracconaggio molte specie in via di estinzione, sono stati arrestati con il sospetto di essere coinvolti in episodi di bracconaggio di rinoceronti.

Gli arrestati sono un ranger, due guide e un poliziotto e le accuse nei loro confronti non fanno che alimentare il sospetto, di certo fondatissimo, che dietro alla continua mattanza delle specie protette vi sia la compiacenza di personale corrotto.

Siamo appena a marzo e in soli tre mesi sono già ottanta i rinoceronti uccisi in Sudafrica, che ospita l’80% della popolazione mondiale di questa specie ormai rarissima: circa ventiduemila esemplari. 43 di questi esemplari sono stati abbattuti proprio al parco Kruger: più della metà. 

L’arresto dei sospetti è avvenuto dopo che due rinoceronti sono stati ritrovati ammazzati e privati del loro corno, banalmente fatto di cheratina (la stessa sostanza di cui sono fatte le nostre unghie) e pagati più dell’oro nel Sudest Asiatico e in Cina per il loro impiego nella medicina tradizionale – ma anche in Yemen, dove vengono utilizzati per fare manici di pugnali.

Il governo sudafricano è arrivato al punto di mobilitare l’esercito per proteggere gli animali, e sta inoltre progettando di erigere proprio nel parco Kruger una barriera elettrificata che correrà lungo i 150 km di confine con il Mozambico. 

Proprio dal Mozambico, infatti, proviene la maggior parte dei bracconieri: non ci vuole molto ad arruolare manodopera in un paese così povero.

Nella foto: un cucciolo di rinoceronte veglia la madre morta e mutilata del corno.


© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com