Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Equivita contro Harlan e l’importazione dei macachi per vivisezione

Equivita contro Harlan e l’importazione dei macachi per vivisezione

COMUNICATO EQUIVITA 26.02.2012
900 SCIMMIE PER UNA FALSA SCIENZA
Stanno arrivando in Italia dalla Cina 900 scimmie destinate alla sperimentazione
__________________________

il Comitato Scientifico EQUIVITA, in seguito alla notizia delle 900 scimmie che stanno giungendo in Italia dalla Cina, destinate alla sperimentazione, ritiene che sia giunto il momento di dire:

ORA BASTA.

Basta far passare per valido un metodo di ricerca che non è MAI stato sottoposto al processo di verifica imposto ad ogni altro metodo (e che mai potrebbe superarlo).

Basta imporre all’Europa un metodo di ricerca biomedica ritenuto anti-scientifico, e dunque fuorviante, da un numero di scienziati sempre più esteso e nei centri della scienza più accreditati (vedansi articoli pubblicati su Science, British Medical Journal, Scientific American, Nature, ecc.ecc.), in quanto le risposte ottenute su di un animale non sono trasferibili alla specie umana.

Basta lasciare indisturbate le lobby che rendono l’Europa impermeabile al “cambiamento epocale” nella ricerca biomedica. Il cambiamento epocale, che porta all’abbandono dei test su animali, è stato lanciato e illustrato negli Stati Uniti già nel 2007 dal NRC (Consiglio Nazionale delle Ricerche) con il documento “Toxicity testing in the XXI century: a vision and a strategy”.

Basta impedire in Europa ciò che negli Stati Uniti avviene già da 5 anni nei centri statali per la ricerca tossicologica (EPA, FDA, USDA, NIEHS): la sostituzione dei dati derivati dal “modello animale” (inaffidabili per noi), con dati specifici per la specie umana, basati sullo studio di cellule e tessuti.

Basta fare in modo che gli interessi privati prevarichino su quelli della collettività e che l’Unione Europea si ritrovi, per la ricerca biomedica e tossicologica, nelle retrovie del progresso scientifico.

Basta mettere a repentaglio la salute dei cittadini ostacolando l’accesso a metodi di ricerca ben più esaurienti, affidabili, veloci ed economici, ottenuti con le straordinarie nuove tecnologie, già di uso comune in molti paesi, e sole in grado di tutelarci dalle insidie di un ambiente sempre più inquinato.

Basta, infine, restare sordi all’appello della grande maggioranza dei cittadini europei (86% della popolazione nel 2006, secondo un sondaggio della Commissione) che, valendosi dell’art. 13 del Trattato della UE, invoca la fine della vivisezione e il rispetto degli animali quali “esseri senzienti”.

BASTA, in conclusione … noi diciamo alla DIRETTIVA europea 2010/ 63, che, incurante della strada tracciata oltreatlantico, ha rilanciato la sperimentazione animale estendendone addirittura le modalità di applicazione, e ha mancato un’occasione unica per l’Europa di un aggiornamento sia etico che scientifico.

EQUIVITA ritiene che sia giunta l’ora per l’Europa di una presa di coscienza su questo tema e dell’inizio di un nuovo ruolo da protagonista in un importante CAMBIAMENTO CULTURALE, indispensabile alla tutela dei diritti di tutti i viventi, indispensabile all’avanzamento della ricerca.

Le 900 scimmie potranno essere il detonatore per un’azione (pacifica ma rivoluzionaria) di tutti i cittadini europei contro la crudele, fuorviante, delirante pratica chiamata VIVISEZIONE. Sarebbe significativo che questo tanto atteso rinascimento culturale partisse ancora una volta dall’Italia.

Comitato Scientifico EQUIVITA  
Via P. A. Micheli, 62 – 00197 Roma
Tel. +39.06.3220720 – Fax +39.06.3225370
Cell. 335.8444949 – ccp: 88922000
www. equivita.it – Email: equivita@equivita.it

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Bisogna urlarlo questo BASTA! a gran voce, diventare visibili… le aziende farmaceutiche ed i “baroni” che si arricchiscono sulla pella di tanti poveri animali innocenti sono troppo potenti ma bisogna riuscire a diventare sempre più visibili, più coesi e meno dispersi… ci vorrebbe una bella “rivoluzione francese” con la caduta (virtuale naturalmente…non siamo dei carnefici come loro) dei vivisettori e di tutto il marcio business che li protegge!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com