Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / USA: azienda chiude e abbandona 50mila polli. Vivi

USA: azienda chiude e abbandona 50mila polli. Vivi

L’azienda americana A&L Poultry potrebbe finire sotto processo dopo che un gruppo animalista ha svelato l’abbandono di 50mila polli spacciati per morti.

Le condizioni in cui gli animali vennero ritrovati erano così gravi che le autorità furono costrette ad eutanasizzare circa 48mila esemplari, mentre i restanti 2000 vennero distribuiti in vari santuari, dai quali si spera possano essere adottati per vivere il resto della loro vita in pace, senza diventare il cibo di nessuno.

Dopo la scoperta dei 50mila polli abbandonati a sé stessi nei capannoni, la A&L aveva pubblicato una molto formale lettera di scuse, in cui sosteneva che era sua intenzione cedere i “capi” a terze parti per “evitarne la soppressione”. Ci sarebbe da sorridere, se solo la questione non fosse così amara: abbandonando a sé stessi gli animali, dopotutto, l’azienda ha risparmiato sull’eutanasia. 

I pochi animali sufficientemente in salute da sopravvivere sono stati portati al Farm Sanctuary di New York, e l’associazione si costituirà parte civile contro il proprietario della A&L Poultry, Andy Keung Cheung. L’uomo dovrà rispondere dei reati di crudeltà verso gli animali e incuria. 

Dice Farm Sanctuary in proposito: “Il o i responsabili di tutto questo hanno sottoposto ciascuno di quegli animali ad un dolore fisico, una sofferenza ed una morte non necessaria e ingiustificabile”.

Foto: repertorio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com