Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Fukushima: i 300 animali mai recuperati dai rifugi dai loro padroni

Fukushima: i 300 animali mai recuperati dai rifugi dai loro padroni

Oltre 300 tra cani e gatti recuperati dalla Zona Rossa di Fukushima sono ancora ospitati all’interno dei rifugi. Perché nessuno li ha mai reclamati né è mai venuto a prenderli.

La cifra è stata diffusa da un’associazione animalista che collabora con il governo nipponico.

Dopo l’inizio della crisi, la prefettura ha recuperato dalla zona radioattiva 902 animali, inclusi alcuni che si trovavano nel raggio di 20 chilometri dalla centrale nucleare, e che era stati lasciati nelle abitazioni che i proprietari avevano dovuto evacuare.

Da allora, circa 600 tra cani e gatti sono stati reclamati dalle loro famiglie umane oppure adottati da nuovi proprietari, ma 305 rimangono ancora chiusi nei rifugi. 

Molti di loro sono ancora lì perché i proprietari, costretti a vivere in strutture provvisorie, non sono autorizzati dal governo a ritirarli. 

Le associazioni che si prendono cura di questi animali sono al collasso economico, non solo a causa del sovrannumero di cani e gatto ospitati ma anche per via delle malattie che li colpiscono.

Dice Tadashi Toyoda, veterinario: “Molti dei cani si ammalano perché sono rimasti troppo a lungo in un ambiente sovrappopolato. Alcuni presentano gravi patologie all’apparato digerente a causa dello stress”. Il dottore è preoccupato che questi animali, vittime innocenti di un caos tutto umano, finiranno col trascorrere la loro intera vita in gabbia. 

Nella foto: due gatti salvati da Fukushima e ospitati in un rifugio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. grazie valeria 🙂 di cuore.

  2. SIETE IN GAMBISSIMA, POSTO TUTTO QUELLO CHE POSSO SULLA MIA PAGINA FB. NON HO UN EURO AL MOMENTO, MA CONDIVIDO SULLA RETE, CONTINUATE COSI’! SIETE MITICI!
    VALERIA

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com