Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Monza: in arrivo 900 scimmie destinate alla vivisezione

[VIDEO] Monza: in arrivo 900 scimmie destinate alla vivisezione

Provengono dalla multinazionale Harlan, le circa 900 scimmie in arrivo a Monza. Sono tutte destinate alla vivisezione.

Un primo carico che conteneva 150 esemplari è approdato a Correzzana qualche giorno fa, mentre proprio in queste ore si attende l’arrivo del secondo carico – che ne ospiterà ben 750.

Si tratta di uno dei più grossi carichi di animali da vivisezione mai giunti in Italia. 

I macachi arrivano dalla Cina via Roma-Fiumicino e vengono trasportati da Roma in scaglioni da 150 esemplari per volta. Sono stipati in gabbioni e la loro destinazione è un capannone del monzese.

Proprio a Correzzana, infatti, ha sede uno dei laboratori di Harlan, multinazionale della scienza nera (la vivisezione) con filiali sparse in quattro continenti. Harlan è, giustamente, nel mirino degli animalisti di tutto il mondo da diversi anni e fece scalpore il filmato di qualche anno fa in cui l’ALF procedeva ad un blitz proprio all’interno della sede di Correzzana. 

Harlan vende gli animali a laboratori pubblici e privati, ospedali, università, aziende farmaceutiche. La vivisezione capillare, il dolore a macchia d’olio.

Naturalmente Harlan si occupa anche di vivisezione direttamente per conto terzi. In Italia lo fa soprattutto utilizzando ratti, topi, cavie, conigli, grandi scimmie ma anche cani e gatti.

Un altro ramo dell’attività di Harlan è quello che riguarda lo “stallo” delle vittime della vivisezione. Un esempio? Gli stessi beagle “prodotti in serie” da Green Hill.

Infine, l’ultimo tassello del business di questa multinazionale da pelle d’oca riguarda la creazione di animali geneticamente modificati, sempre da utilizzarsi per la vivisezione. Tra questi vi sono specie programmate per sviluppare il cancro. 

In Italia, Harlan ha sede non solo nel monzese, ma anche in provincia di Udine e a Bresso.

Anche se le 900 scimmie in arrivo in queste ore provengono, tecnicamente, dalla “sempre compassionevole” Cina, la loro origine è da ricondursi alle Seychelles e alle Mauritius. Queste isole non sono soltanto mete incontaminate per chi si può permettere una vacanza di lusso, ma anche pozzi dai quali i vivisettori possono (e lo fanno) attingere a piene mani.

È stato il nostro Ministero per la Salute ad autorizzare l’ingresso delle 900 scimmie in Italia. 

Le proteste non si sono fatte attendere, da parte di moltissime associazioni animaliste da anni impegnate sul fronte della lotta alla vivisezione.

Spiega Susanna Chiesa di Freccia 45: “In Italia vengono sottoposti a sperimentazione 3000 animali al giorno. La vivisezione è una falsa scienza, inutile e arcaica, attuata da persone che si arrogano il potere assoluto di decidere se e come seviziare e porre fine alla vita di altri esseri viventi. Continueremo a batterci perché questo vergognoso atto di atrocità venga definitivamente vietato”.

Più che per i risultati (scarsi) nella ricerca scientifica, la vivisezione è famosa per il giro d’affari che produce: miliardi di euro solo in Italia, guadagnati letteralmente sulla pelle di qualcuno e con metodologie oltre il limite della decenza più blanda. 

Quando ALF riuscì ad entrare nei laboratori Harlan monzesi, nel 2006, il pubblico impallidì di fronte alle migliaia di roditori rinchiusi in microscopiche gabbie di plexiglas, alle decine di cadaveri impilati nei frigoriferi, ai corpi impalati con stuzzicadenti, ai macachi abbandonati tra sangue e feci. 

Questa è la fine che faranno anche i 900 macachi rubati alle loro foreste per finire nelle mani della falsa scienza, dell’incubo nero che si nasconde all’interno di laboratori asettici e impersonali.

Foto: una scimmia durante una “sperimentazione scientifica”.


© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

12 Commenti

  1. ma andare li e manifestare a oltranza?

  2. nn possiamo in 1 mondo civile accettare tanta crudeltà,x favore facciuamo qulcosa affinchè questo nn succeda.

  3. la civilta di un popolo si evidenzia dal rapporto con gli animali chi agisce infierendo sulle povere bestiole non ha niente di diverso da quello che i nazisti hanno fatto agli ebrei, si devono solo vergognare.

  4. la vivisezione serve solo per la pura curiosita’scientifica,per questo molti esperimenti sono ingiustificabili!I nazisti lo facevano con gli ebrei,i medici con le bestie.E’finito un solo OLOCAUSTO,perche’ quello degli animali finira’ solo quando saranno estinti.Non ho piu’ fiato ma mi vergogno di far parte della razza umana.

  5. vergogna umana!!!!!!!

  6. Speriamo ci colga un meteorite grosso,ma grossooooooooo!!!!

  7. adesso basta bisogna fermare tanta crudeltà da parte dell’uomo.Gli umani sono la peggior specie del regno animale, non abbiamo rispetto di nulla ,prima o poi madre natura si rivolterà contro di noi.Peccato che tra gli umani ci sono anche i buoni ma allora tutti patiremo.abbiamo distrutto foreste abbiamo ucciso animali fino all’estinzione della specie ,e purtroppo si continua a farlo certo che il signore dovrebbe punirci

  8. ma non si può avvisare la protezione animali il wwf tutte le associazioni per gli animali le trasmissioni tv la stampa?

  9. é venuto il tempo di fermare e di dire STOP!!! ora e per sempre a queste inutili crudeltà ancora legalizzate a solo scopo di lucro delle multinazionali farmaceutiche. Salviamo i nostri amici animali da questi criminali adesso!!!

  10. Crediamo di essere un popolo moderno, civile e poi… Fermiamo questo massacro!!!

  11. chi ci lavora…che si vergogni

  12. Una vera vergogna!!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com