Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / I cavalli dalla Polonia sono già stati macellati. O no?

I cavalli dalla Polonia sono già stati macellati. O no?

Del tragico fatto di cronaca degli oltre venti cavalli trasportati dalla Polonia al Veneto avevamo parlato in questa news. Avevamo sottolineato come gli animali fossero in viaggio da ventiquattr’ore senza cibo, senz’acqua, a sei gradi sottozero, legati, impossibilitati a muoversi, esausti, sofferenti.

Avevamo anche segnalato che l’autotrasportatore era stato bloccato dalle forze dell’ordine per un normale controllo. Gli agenti, alla vista delle condizioni in cui versavano gli animali, avevano immediatamente sanzionato il camionista con una multa di oltre 8000 euro, mentre i cavalli erano stati ricoverati in una struttura per riprendersi dallo shock subito.

Non sapevamo altro, non abbiamo potuto aggiungere altro.

Ieri, però, sul caso si è creata un po’ di confusione.

Se da una parte un quotidiano blasonato come il Corriere della Sera segnala che gli animali si troverebbero ancora “al sicuro” nel padovano, Geapress, magazine di impronta animalista e ambientalista sempre molto ben informato su qualunque cosa riguardi i nostri fratelli non umani, sostiene che tutti e 22 gli esemplari sarebbero invece già stati macellati.

Con la morte del cuore, dobbiamo (per esperienza) fare maggiore affidamento su quanto segnalato da Geapress.

I 22 cavalli sofferenti, disidratati, stanchi e infreddoliti sarebbero stati fatti “riprendere” quanto bastava per arrivare al mattatoio, dove sono stati poi giustiziati. Giustiziati è, naturalmente, un termine voluto e ben ponderato. Peccato solo che, questa, giustizia non sia affatto.

Risale a venerdì il blocco del tir che li trasportava, mentre sarebbe stato sabato il giorno della macellazione, effettuata al mattatoio di Pastrengo (VR). 

Speravamo in un destino diverso, per questi 22 animali vittime dell’animo nero dell’uomo che, dopo averli trattati come oggetti, li ha considerati vittime per un breve istante soltanto – prima che tornassero ad essere bistecche.

Come sempre ribadiamo: riconsiderate le vostre scelte alimentari. Se non c’è domanda, non c’è neppure offerta.

Foto: repertorio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Mi dispiace enormemente per l’ingiusta sorte toccata ai poveri venti cavalli… Speravo che si fossero salvati e invece questa orrendA notizia!! Tutte queste stragi si potrebbero evitare se l’uomo fosse più intelligente e meno avido. Ogni giorno ci sono nuove storie di violenza assurda e macabra di cui le uniche vittime sono i nostri fratelli animali. Se qualcosa si muove in senso positivo è grazie a persone meravigliose che hanno avuto l’iniziativa di dare vita a diversi centri di ricovero per ex protagonisti dell’ippica e dell’equitazione. Altre strutture invece impiegano i cavallo nella pet-therapy!!
    I cavalli sono animali d’affezione e non meritano di finire sulle nostre tavole!! Mangiare i cavalli è un atto di cannibalismo! Diciamo STOP alla macellazione equina!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com