Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / In canoa di notte per salvare il cervo intrappolato nel fiume

In canoa di notte per salvare il cervo intrappolato nel fiume

La versione originale di questa storia, che arriva dagli USA ed è narrata dalla signora Tammy Geerdts, è in inglese e si può trovare qui. Quella che segue è la sua traduzione.

***
Mio marito ed io incrociammo il cervo mentre portavamo a spasso i cani in una zona boschiva non lontana da casa. Era pieno giorno e l’animale era per metà sommerso dall’acqua, in un fiume.

Ci avvicinammo per guardare meglio e ci rendemmo conto che c’era qualcosa che lo intrappolava all’altezza delle corna. Era un pezzo di nylon lungo metri.

Corremmo a casa e telefonammo al Dipartimento delle Risorse Naturali, ma nessuno sembrava poter aiutare l’animale. Così mio marito tornò da lui, nel tentativo di tagliare la plastica che lo imprigionava. Il cervo si spaventò a morte e scappò, tirandosi dietro il nylon. Attraversò la strada scalciando, cercando di liberarsi ma era impossibile, e finì col piombare nuovamente in acqua, in un punto in cui non potevamo raggiungerlo.

Fu in quel momento che un agente del Dipartimento delle Risorse Naturali arrivò. Di fronte alla scena, dichiarò che non poteva interferire con gli animali selvatici a meno che non fossero un pericolo per le persone. Aggiunse anche che il cervo sarebbe molto probabilmente morto di fatica o per l’ipotermia, dal momento che era ancora sommerso nelle acque gelide del fiume.

Io e mio marito pensammo ad un modo per aiutarlo e ci venne in mente di avvicinarlo con una barca. Si era fatta sera.

A notte fonda tornammo sul posto. Il cervo era parzialmente uscito dall’acqua e stava immobile sotto alcuni alberi, il lungo pezzo di nylon mezzo fuori e mezzo dentro il fiume. Telefonammo ad alcuni amici e prendemmo in prestito una canoa. Mio marito e un suo caro amico remarono fino alla plastica e finalmente l’afferrarono.

Istintivamente, il cervo saltò e diede uno strattone, e mio marito riuscì finalmente a tagliare un lungo pezzo di nylon. Ne era rimasta solo una parte, ancora avvolta attorno alle corna dell’animale. Lui sparì nei boschi e non lo vedemmo mai più: era finalmente libero.

Nella foto: il cervo intrappolato prima del soccorso.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com