Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Dossier / UK: allevatore di maiali si suicida dopo scandalo Harling

UK: allevatore di maiali si suicida dopo scandalo Harling

Un allevatore finito nell’occhio del ciclone per un video girato sotto copertura che mostrava le crudeltà verso i suoi maiali negli allevamenti Harling si è tolto la vita in UK. La notizia è stata riportata ieri dal Daily Mail.

Stephen Brown, 52 anni, si sarebbe sparato in un campo dopo aver dichiarato di essere “distrutto” a causa dello scandalo.

Una investigazione sotto copertura da parte di Animal Equality aveva filmato le scioccanti brutalità che avvenivano nell’allevamento di Brown. Nel video, un maiale veniva ammazzato di botte con una sbarra di metallo, i cuccioli venivano presi a calci e la testa di un piccolo spaccata come una noce sul pavimento di cemento. Il video – una parte di esso, in verità, visto che si tratta di 500 ore di riprese – può essere visionato qui.

Le fotografie allegate al video mostravano un dipendente puntare un fucile alla testa di una scrofa (vedete la foto in apertura) e poi il corpo senza vita dell’animale. L’espressione di attonito stupore dell’animale che guarda dritto nella canna nera del fucile è di quelle difficili da dimenticare. 

La RSPCA inglese aveva descritto l’investigazione sotto copertura come uno dei peggiori casi di crudeltà animale mai documentati e aveva a sua volta iniziato un’investigazione interna dopo che le riprese erano state rese pubbliche da Animal Equality lo scorso weekend, mentre la Red Tractor, ente che certifica il benessere degli animali da macello e che aveva fino a quel momento premiato l’allevamento, aveva immediatamente ritirato la certificazione.

Non esistono prove che Brown fosse direttamente coinvolto negli episodi di crudeltà, ma i filmati mostrano un’incuria vecchia di anni, oltre ad animali ricoperti di ferite mai curate ed è difficile pensare che il proprietario dell’allevamento non avesse alcuna idea di come andavano le cose all’interno della struttura.

Stephen Brown aveva rilasciato un’intervista alla BBC lunedì scorso dichiarando che era stato “molto difficile” per lui, vedere il video.

Nella foto: il fucile puntato alla testa della scrofa.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

10 Commenti

  1. I maltrattamenti e il sadismo, sono normali, nn 1 eccezione. Basta mettere il naso in 1 stalla, sbirciare in 1 camion o nel cortile di 1 macello. Tutto avviene rigorosamente a porte chiuse. Miracolosamente , in qs caso, sono stati documentati. La punta di 1 merdoso iceberg!

  2. Figlio di puttana meno male che ti sei ammazzato!

  3. un pezzo di merda in meno!!!!!!!!!!!

  4. Mi chiedo come si fa ad aver voglia di mangiarli ancora,
    nonostante le crudeltà verso questi esseri siano ormai ampiamente documentate, ovunque, dall’allevamento al trasporto al macello….lui si è suicidato…forse per paura delle conseguenze, non tanto per il rimorso…

  5. Anche se ti sei suicidto sai cosa ti dico? Troppo poco!!!!!

  6. bravo,avresti dovuto farlo prima….onore al merito…

  7. Per chi crede nella fede cristiana le persone che hanno commesso sulla terra crudeltà contro altri esseri viventi faranno i conti con Dio. Purtroppo molta gente si comporta a proprio piacimento verso chi non ha le armi per difendersi. Pensa che tutto gli sia concesso e dovuto solo perché appartiene alla specie umana e quindi a una razza superiore rispetto a tutte le altre.
    Non è così…l’uomo si illude… Gli animali meritano anche loro rispetto e diritto alla vita!!!

  8. QUESTA E’ LA FINE DEI BASTARDI ,SPERO CHE ALTRI SIGUANO IL SUO ESSEMPIO,HA FATTO TROPPO MALE,NON POSSO DIRE MI “DISPIACE”.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com