Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Ecco come sta Navarre, il lupo ritrovato semiparalizzato

[VIDEO] Ecco come sta Navarre, il lupo ritrovato semiparalizzato

Ricordate la storia del lupo Navarre, ritrovato semiparalizzato nelle acque del fiume Limentra, sull’Appennino bolognese?

Avevamo avuto modo di parlare del salvataggio di questo giovane lupo, che inizialmente si pensava vittima di un incidente, e che poi si è scoperto essere stato colpito da una scarica di pallini – ben 35 – nella schiena. Da qui la sua paralisi.

Navarre è ancora in cura, è non è il mostro mangiauomini che molti credono sia – in quanto lupo.

In effetti, come potete vedere dalla fotografia che mostriamo in apertura e che è stata pubblicata da Geapress, Navarre ha addirittura mangiato un uovo dalle mani di Elisa Berti, uno degli esperti che si sta prendendo cura di lui.

Nonostante la fama che precede il lupo, e le superstizioni ancora profondamente radicate che lo trasfigurano in una creatura crudele e sanguinaria, Navarre non ha morso, né ringhiato, né mostrato i denti, né aggredito. Non si è mostrato aggressivo o feroce con nessuno. 

Anche il Corpo Forestale ribadisce per l’ennesima volta che le aggressioni da parte dei lupi nei confronti dell’uomo sono eventi altamente improbabili, più unici che rari. 

È evidente che Navarre, dolorante e malmesso com’è, non si trovi nelle condizioni di assalire chicchessia, ma i lupi non sono comunque pericolosi per l’uomo e seppure è ovvio che non vadano avvicinati, è ancor più vero che vanno lasciati vivere in pace. Sono stati perseguitati e massacrati così a lungo, ovunque, da essere quasi scomparsi.

Questo rende la vita di Navarre ancora più preziosa.

Lui continua le cure e la riabilitazione al Centro di Sasso Marconi, con l’ausilio del bravo dottor Offer Zeira del Centro Veterinario San Michele a Lodi. Il dottor Zeira, tempo fa, aveva salvato la nutria Nu e da lui ci si può aspettare solo ed esclusivamente un disinteressato interesse per questo lupo.

Navarre entra rarissimamente in contatto con l’uomo. Non è nella sua natura ed è giusto che sia così. Le sue condizioni vengono costantemente monitorate grazie ad alcune telecamere posizionate strategicamente nella sua gabbia. 

Dice Elisa Berti: “Navarre va migliorando e ha dato ottimi segnali di ripresa. È un sorvegliato speciale, ma un po’ come lo sono tutti i nostri animali, recuperati dalle storie più incredibili”.

In merito all’uovo servito al lupo, Elisa precisa di averlo fatto “per invogliarlo. Il lupo è un animale molto intelligente. Poi Navarre è selvatico, nato in natura e vissuto in natura”.

Elisa piangeva quando Navarre è stato salvato, quando si temeva che morisse, quando è stato necessario praticargli il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca perché il suo cuore si era fermato.

“Indubbiamente Navarre è un concentrato di emozioni. Dover intervenire per invitarlo a mangiare, in quelle condizioni, l’ho sentito quasi come un privilegio. Si chiude tutto in quel momento”. 

Nella foto: Navarre mangia dalle mani di Elisa.

Di seguito: il video di Navarre.


© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. Mi sono sinceramente emozionata nel vedere quanto amore c’è in tutto quello che fate per gli animali in difficoltà. Navarre si può ritenere fortunato ad aver incontrato angeli come voi e mi auguro che una volta guarito possa proseguire la sua vita in pace senza essere vittima un’altra volta della mano dell’uomo. Sono stata sempre convinta fin da piccola che il lupo è un animale pacifico e non pericoloso come tanti vogliono far credere. L’unica bestia da temere è l’uomo!!!

  2. Un grazie per l’emozione che mi avete fatto provare in questo video,siete stati grandi e’ bello pensare che ci siano persone come voi che vanno ben oltre la passione per la natura e tutte le sue forme di vita.Il lupo ha sempre abitato nei miei pensieri,forse perche come ogni “cosa” proibita o cattiva ti incuriosisce e ti pone delle domande,a queste domande mi sono data una risposta ed una certezza ,il lupo e’ un modello di vita nel mondo animale del quale facciamo parte anche noi.un mio grande sogno e’ riuscire un giorno ad osservarlo nel suo ambiente,se qualcuno di Voi mi puo’ dare delle dritte ne sarei felice,per mi accontento del mio lupo, quello tatuato sul mio braccio.Ancora un grazie per quello che avete fatto e che fate.Ciao Claudio

  3. per fortuna al mondo ci sono persone eccezionali come voi

  4. sono commossa, mi si gonfia il cuore d’amore a vederlo che fa i primi passi nella neve.

  5. Siete assolutamente fantastici . Bravi.

  6. concordiamo su tutto maria, compreso il consiglio di leggere il libro citato.

  7. I lupi sono delle creature meravigliose da cui noi umani, se sapessimo superare pregiudizi e superstizioni, avremmo molto da imparare…
    Se qualcuna/o non l’ha letto consiglio vivamente “Donne che corrono con i lupi” di Clarissa Pinkola Estes che fa riflettere moltissimo su quanto lupi e uomini (soprattutto donne in quanto dotate solitamente di una natura profonda e selvaggia) siano vicini e quanto ci farebbe bene riscoprire la nostra vera natura proprio osservando e conoscendo questi animali non umani incredibili.

  8. Mi avete fatto piangere…..di gioia , con tante tristi notizie che riguardano gli Animali è bellissimo vedere che non tutti si girano dall’altra parte, grazie di cuore a chi ha allertato e hai salvatori di questo lupacchiotto
    GRAZIE e forza Navarre ^__^

  9. Grazie ragazzi per quello che fate!

  10. GRAZIE di cuore,voi siete i mei eroi.Contro tanta crudeltà insensata,voi mi fate sperare nel buono che c’è nell’uomo.E’ impossibile con commuoversi in questo video,le parole nn spiegheranno mai abbastanza il mio ringraziamento voi angeli.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com