Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / USA: pitbull martoriato era un “cane-esca” per combattimenti

USA: pitbull martoriato era un “cane-esca” per combattimenti

Irriconoscibile. Deturpato. Martoriato e sofferente. Queste sono le condizioni in cui versava questo pitbull al momento del ritrovamento.

Il caso arriva dagli USA e risale allo scorso 2 febbraio, quando la Protezione Animali di Linthicum ha risposto ad una chiamata che segnalava un pitbull gravemente ferito detenuto in un’abitazione.

Giunte sul posto, le guardie zoofile hanno provveduto a sequestrare immediatamente il cane, ribattezzato Rocky Road, e a ricoverarlo presso una struttura veterinaria. Le condizioni in cui versava l’animale al momento dell’arrivo dei soccorsi possono essere viste a questo link.

Il cane era così malridotto da riuscire a malapena a muoversi, il muso spaccato in due da una lunga ferita che lo attraversava da un’estremità all’altra, tanto che i veterinari avevano già preso in considerazione l’eutanasia per mettere fine alle sue sofferenze. 

Scoprendo quanto stava avvenendo, il Waugh Chapel Animal Hospital, una clinica veterinaria di zona, si è offerta di curare Rocky gratuitamente, purché si desse ai medici la possibilità di salvarlo. 

A seguito di esami più approfonditi sulle sue ferite, è stato stabilito che Rocky non fosse un cane da combattimento, quanto un “cane-esca”, ossia quello che veniva utilizzato come “vittima” per addestrare altri cani alla crudeltà verso i loro simili. 

I responsabili di tale brutalità sono ora nel mirino delle forze dell’ordine americane, che li cercano senza sosta.

Nel frattempo, lo scorso 3 febbraio Rocky è stato sottoposto a un intervento chirurgico e le sue condizioni sono, al momento, stabili. Dovrà comunque restare in terapia per settimane e la sua ripresa, semmai avverrà, non sarà né rapida né semplice. Se sopravviverà, Rocky cercherà una casa che lo voglia accogliere attraverso una associazione non profit.

Nella foto: Rocky Road oggi.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. basta con queste barbarie sui cani e possibile che non si possa fare nulla per fermare questi criminali povero cucciolo spero tanto che guarisca

  2. SvetlanaLupesku

    CHE COSA ORRIBILE!!!

  3. la bestialità umana non conosce limiti … povero amore 🙁

  4. la barbarie umana non ha limite!!! povero piccolo 🙁

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com