Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Liam Neeson: ho mangiato carne di lupo per girare The Grey

Liam Neeson: ho mangiato carne di lupo per girare The Grey

Sostiene con grande tranquillità di aver mangiato vera carne di lupo per prepararsi al suo ruolo nel film The Grey, Liam Neeson.

La pellicola, assai discutibile, tratta di un gruppo di operai che, sopravvissuti ad un disastro aereo nell’Artico, si ritrovano “braccati” da un branco di lupi crudelissimo. Un film fantascientifico, vien quasi da dire, visto che non ci sono in effetti prove o testimonianze di aggressioni agli esseri umani da parte dei lupi. Un film idiota, va precisato, perché questo animale già sull’orlo dell’estinzione e perseguitato da un’orrenda quanto immeritata fama di “bestia crudele” non ha assolutamente bisogno di questo tipo di pubblicità.

Ed ora ci si mette anche l’attore Liam Neeson a gettare benzina sul fuoco, dichiarando che per immedesimarsi meglio nel suo ruolo ha trangugiato volentieri dell’ottimo stufato di lupo.

A detta di Neeson, l’idea è stata del regista della pellicola, Joe Carnahan, che avrebbe suggerito al cast di mangiare carne di lupo per calarsi per bene nella parte.

Qualche attore si è dimostrato riluttante, ma non il 59enne Neeson, che rivela di essersi subito gettato sullo stufato. 

Dichiara PETA con sarcasmo: “La gentilezza di Neeson verso gli animali è dolorosamente dissonante con quella del resto del mondo”. E sottolinea come i lupi non siano affatto i mangiauomini che si vorrebbe far credere, quanto animali molto timidi e schivi che evitano il più possibile qualunque contatto con la nostra specie. L’associazione PETA conclude la propria dichiarazione in merito alla vicenda pregando il pubblico di boicottare The Grey al cinema, cosa che senz’altro faremo anche noi non appena raggiungerà le sale italiane. 

La maggior parte delle scene di The Grey sono state girate utilizzando effetti speciali, ma PETA sostiene che il regista Joe Carnaham avrebbe ordinato vere carcasse di lupo da uno specialista di trappole: una morte dunque atroce per animali che andrebbero protetti, e non massacrati.

“Gli animali catturati nelle trappole arrivano a mutilarsi dell’arto per liberarsi”, dichiara PETA, “Questi animali hanno ferite che vanno in cancrena, infezioni secondarie e talvolta non sono più in grado di nutrire la loro prole che rimane quindi abbandonata. I lupi sono animali molto intelligenti, con fortissimi legami familiari e si legano al loro partner per tutta una vita, così come al loro branco. Spezzare questo legame causa solitudine, ansia da separazione, depressione, dolore”.

Durante una conferenza stampa di promozione al film, Liam Neeson ha spiegato che nonostante molti dei suoi colleghi si fossero sentiti male dopo aver mangiato la carne di lupo, a lui l’esperienza non aveva causato alcun effetto collaterale.

E ha poi dichiarato: “Era solo un gioco” (per lui, ovviamente, non certo per il lupo), “Io sono irlandese, quindi sono abituato agli stufati bizzarri. A me basta che ci butti dentro un po’ di carota e un po’ di cipolla e posso chiamarla cena”.

Anche gli studiosi di lupi si sono uniti alla protesta di PETA sottolineando come il film inciterà al massacro di questi animali dopo averli dipinti come falsi mangiatori di uomini.

“I lupi non rappresentano in alcun modo un pericolo per la specie umana”, sottolinea, a ragione, PETA.

Nella foto: uno dei lupi utilizzati in The Grey.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. luana giacchetto

    E’ proprio vero che la mamma degli stupidi è sempre incinta…..

  2. povero SCEMO. e se girava “il silenzio degli innocenti” chi si mangiava? la Foster?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com