Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Campagne / UK: sfrattato santuario, 600 animali rischiano il mattatoio

UK: sfrattato santuario, 600 animali rischiano il mattatoio

Il primo santuario per animali mai fondato in Inghilterra è stato sfrattato e i 600 animali ospiti rischiano ora il mattatoio.

È l’attrice inglese Joanna Lumley a portare avanti la battaglia per salvare ciascuna di queste creature, dopo aver scoperto che il terreno sul quale sorge il santuario è stato re-rilevato dalla 67enne Patricia Bernie che, anziché tutelare la vita di animali il cui destino sarebbe stato il mattatoio, ha inviato una lettera di sfratto allo staff tramite i suoi legali. Il motivo? Vuole utilizzare il terreno per scopi privati.

Dice l’attrice: “Sono stata una fervente ammiratrice del Farm Animal Sanctuary per venticinque anni e l’ho sempre supportato. Questo centro ha sempre lottato a testa alta per proteggere e tutelare gli animali più maltrattati e abusati, ma quello che è accaduto ora ci ha lasciati tutti attoniti. Non c’è posto per spostare questi animali, e non sono neppure tutti in buone condizioni”.

“Mi appello al buon cuore di Patricia Bernie e le chiedo di mostrare compassione, di cambiare idea e di sospendere immediatamente lo sfratto di Jan Taylor, del suo staff e degli animali di cui si prendono cura con tanta devozione. L’opzione che ha preso in considerazione è molto crudele, specie in considerazione del terribile momento economico”.

Jan Taylor è la fondatrice del Farm Animal Sanctuary. Ex giornalista, ha dedicato tutta la sua vita agli animali, con un’attenzione speciale a quelli d’allevamento che più di altri vengono sistematicamente trascurati e abusati. La Taylor ha fondato il santuario dopo aver speso solamente una sterlina al mercato per salvare un agnellino malaticcio e cagionevole. 

Il santuario vive da sempre di donazioni e si prende cura di 635 animali, tra cui pecore, cani, gatti, maiali, cavalli, bovini e pollame, e la stessa Taylor ammette che le precarie condizioni di salute di molti di essi non permettono spostamenti. 

Dice la fondatrice di Farm Animal Sanctuary: “Non possiamo traslocare anche perché non abbiamo un posto dove andare e neppure i fondi. Questi animali sono stati tutti salvati e molti sono anziani, non possiamo spostarli. Abbiamo una pecora cieca, una a tre zampe, e un cavallo non vedente. Molti di loro sono con noi da quindici anni”.

“Non si può semplicemente sfrattare 600 e passa animali. Siamo un’associazione senza scopo di lucro e dunque viviamo solamente di beneficenza. La peggior cosa che può accadere ora è che qualcuno uccida tutti questi animali per liberare il territorio”.

“La fattoria è stata comprata per noi quindici anni fa da un amante degli animali. Non c’erano particolari termini e condizioni e noi ci siamo sempre presi cura di tutto. E dopo quindici anni ha semplicemente deciso di sbarazzarsene e ora ci arriva un ordine di sfratto”.

Nella foto: Jan Taylor con alcuni degli animali.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com