Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / USA: il Maryland propone il registro degli aguzzini di animali

USA: il Maryland propone il registro degli aguzzini di animali

La proprietaria di un cucciolo di Golden Retriever ucciso a colpi di arma da fuoco all’inizio di gennaio, a Middleton, ha viaggiato fino ad Annapolis, la scorsa settimana, per supportare una proposta di legge che mira a stilare una lista pubblicamente accessibile con i nomi di tutti i torturatori e gli aguzzini di animali.

Il senatore dello Stato del Maryland, Ron Young, ha stilato la proposta di legge e si augura che possa contribuire all’identificazione di personaggi abusivi prima di eventuali adozioni e prima che la loro violenza si riversi non solo sugli animali, ma anche sulle persone.

Ha dichiarato il senatore Young: “Se il mio vicino di casa fosse un individuo violento nei confronti degli animali, vorrei saperlo per proteggere i miei cani, e vorrei anche che fosse messo in condizione di non abusare di nessuno”. 

Young ha deciso di denominare la proposta di legge “Heidi’s Law”, in memoria del Golden Retriever di soli sette mesi che è stato ucciso a colpi di arma da fuoco lo scorso 4 gennaio mente giocava nel suo giardino. 

La proprietaria di Heidi, la signora Lynette Kaufmann ed alcuni amici avevano cercato la cucciola per ore nel grande parco che circondava l’abitazione, prima di trovarla in un lago di sangue e ormai priva di vita. 

Ancora scioccata dalla morte del proprio cane, la Kaufmann è ora determinata a vedere la Heidi’s Law prendere vita, in modo che qualunque aguzzino ci pensi due volte prima di abusare di una creatura indifesa, nel timore che le sue generalità vengano rese di dominio pubblico. 

“Un cane non è che un essere pieno d’amore”, dice la donna, “Perché mai dovrebbe essere abusato? Queste sono cose che non dovrebbero accadere”. 

La Kaufmann, esperta soccorritrice di animali, sostiene di essere incappata in numerosi casi di crudeltà nel corso degli anni.

“Ho detto al senatore che farò tutto quanto in mio potere perché questa proposta di legge passi”.

Se la Heidi’s Law venisse approvata, qualunque persona condannata per abuso o uccisione di animali avrebbe le proprie generalità registrate e rese note, alla stregua di quanto accade per gli aggressori sessuali. I rifugi animali pubblici e privati e qualunque cittadino potrebbero controllare i registri e rifiutare l’adozione ad una persona che abbia un passato di abusi nei confronti degli animali.

Nella foto: Taz, cucciolo di 14 settimane sopravvissuto ad una serie di pugnalate pochi giorni fa. Il suo assalitore è stato arrestato dalla Polizia, in Texas.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com