Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Il blocco dei tir e la tragedia degli animali trasportati

Il blocco dei tir e la tragedia degli animali trasportati

L’Italia è in queste ore paralizzata dal blocco dei tir causato dallo sciopero degli autotrasportatori: i disagi ci sono e si sentono, ma ci sono anche vittime senza voce che non possono neppure chiedere pietà. 

Gli animali trasportati nei tir – maiali, agnelli, polli, equini e bovini – generalmente verso i macelli, non solo devono sopportare ore, se non addirittura giorni, di trasporto in condizioni disumane per finire sgozzati. Ora, a causa dello sciopero, la loro sofferenza si allunga a dismisura, diventando infinita. E loro restano lì, in attesa di morire. 

La LAV ha pertanto rivolto un appello ai Ministri della Salute e dei Trasporti affinché vengano bloccati i trasporti degli animali vivi fino a che lo sciopero non sarà terminato.

Dello stesso avviso l’ENPA, che vede le proprie Guardie Zoofile preallertate al fine di monitorare al meglio la situazione.

Marco Bravi, responsabile nazionale del Servizio Guardie Zoofile dell’ENPA, dichiara: “Siamo pronti ad intervenire dove vi fossero situazioni di emergenza. Mi auguro tuttavia che ciò non accada. Mi appello alla ragionevolezza degli scioperanti, affinché tengano nella dovuta considerazione le particolari esigenze dei trasporti con animali e non ne ostacolino il transito”.

I viaggi verso la morte in condizioni pietose devono continuare o essere momentaneamente interrotti, dunque. La sostanza non cambia, chiaramente: gli animali finiranno macellati comunque. 

Continua Bravi: “Se non vengono nutriti e dissetati, e se non scendono dal trasporto all’interno del quale sono ammassati a decine e con poco spazio a disposizione, gli animali da reddito rischiano di avere serissimi problemi di salute che potrebbero anche causarne la morte, o stati di ipotermia tali da aggravare ulteriormente il loro disagio e la loro sofferenza”.

In attesa di un mondo diverso in cui gli animali, creature viventi e senzienti, non debbano più essere definiti “da reddito” e massacrati in un’orrida catena di montaggio, si invitano gli automobilisti a segnalare alla Polizia Stradale situazioni limite che coinvolgano questi derelitti, condannati a morte.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

17 Commenti

  1. antonella, comprendo il tuo discorso ma c’è una differenza. il leone non può scegliere. noi sì. tralasciando naturalmente tutto il discorso sul fatto che lui è un predatore naturale e noi no. qui non s’è mai detto che chi mangia carne non ama gli animali. ma bisogna essere onesti e ammettere, con serenità, che non si può accostare l’amore per una mucca al fatto di mangiarla. non mangi chi ami. puoi cercare di evitarle dolore, tutto quello che vuoi, ma parlare d’amore nei confronti di animali che finiscono macellati (perchè questa è la verità) dopo una vita oscena (perlomeno negli allevamenti massivi, che sono quelli dai quali arriva la carne che si prende al supermercato e in molti locali) è quantomeno fuori luogo. detto questo, non c’è dubbio che si possano amare gatti, cani, cavalli e quant’altro. ma parlare di amore per gli animali in toto, scusami, ma mi sembra fuori luogo. troverei più coerente il dire: amo i cani e i gatti, e non ho nulla contro le vacche e i maiali, ma me li mangio.

  2. Anche io amo gli animali e mi getterei nel fuoco per loro e sono daccordo con voi sul fatto che devono essere tutelati sempre e comunque ma ci dimentichiamo che non bisogna giudicare male chi mangia solo verdura o se mangia animali e li ama allo stesso tempo. Questo non significa che chi afferma questo non sia coerente in quel che dice,anche io mangio carne e li amo da impazzire, a casa mia ho un sacco di animali da allevamento come conigli, polli e capre e molti di loro li farò morire di vecchiaia perchè prendo solo quello che mi serve e quando mi serve. Questa è la nostra natura, il leone mangia l’antilope e mica si fà i problemi dicendo che l’antilope ha i suoi sentimenti e da domani diventa vegetariano!? Loro accettano senza problemi la loro natura e non fanno tutti stì casini come noi che puntiamo il dito verso chi non è simile a noi. Dobbiamo essere quel che siamo ovviamente sempre nel rispetto del pianeta e di tutte le sue creature. Purtroppo adesso non viviamo più nell’età della pietra, che cacciavamo solo l’indispensabile, adesso ci sono stè benedette catene di montaggio e macelli vari che da una parte ci fanno comodo e da un’altra sono una rovina per gli animali.Il nostro vero nemico è il progresso no chi mangia carne a differenza di altri e fino a quando la gente non lo capirà che il progresso è un bene solo se è praticato in modo intelligente e nel rispetto degli altri staremo sempre qui a discuterne fino alla nausea.

  3. io non capisco perchè ogni qualvolta ci sia un commento da fare su qualsiasi cosa ,si finisce da tutt’altra parte….dimenticando…..degli animali che non solo affrontano un viaggio verso la morte dolorosa,ma anche il viaggio per loro è sofferenza.Ma cosa credete che loro non lo sentano?Loro sono come noi,anzi meglio,la mia bimba capisce senza che io parli,molta gente pur parlando non capisce….io sono vegana,e non solo vorrei che questi animali non soffrissero così tanto,ma che non andassaro più neanche nei macelli…ognuno è libero di pensarla come vuole,ma se ami gli animali li ami tutti…..spero che presto questi orribili viaggi di morte finiscano definitivamente….non attaccate noi,moderate il nutrirvi di animali

  4. @ Giovanni R.. ma scusa se, x tua considerazione, ogni cosa sul pianeta è un essere vivente e non nutrirsene è contro natura (su questo ci sarebbe molto da dibattere) perchè non ti nutri indistintamente di TUTTO ciò che è vivente?

  5. Quindi fammi capire…tu ami gli animali, probabilmente non ti cibi di loro…ma auguri il peggio alle persone? Trovo sia stupido. Da qualsiasi angolazione tu lo voglia vedere: vegano/vegetariano, ami gli animali tranne uno; ci preoccupiamo tanto di dimostrare che veganismo e vegetarianesimo sono comportamenti assolutamente naturali e tu auguri malattie alla tua stessa specie? Non ci vedo niente di naturale in questo!!!
    Io capisco il parlare di getto, per rabbia o nervosismo (cosa che a volta somiglia molto al parlare a vanvera) ma forse, anche in quei casi, bisognerebbe prima accendere il cervello. Io sono vegano ma la mia specie rimane quella che, alla lunga, devo proteggere nel migliore dei modi, per quanto a volte possa non piacermi. Questo è naturale!

  6. fosse per me nessuno mangerebbe nessun animale!!!anche le mucche, i maiali, le galline ecc ecc TUTTI sono intelligenti, sensibili e affettuosi. TUTTI dovrebbero essere protetti.

  7. ragazzi smettiamola tutti ,ho macchine da cafe in un mattatoio da 12 anni è vi assicuro se’ vedette con i vostri occhi ed orecchie tutti i lamenti paure nn parlereste cosi’è nn mangereste piu’, carne, come faccio io d’ allora ,percio’ se amate gli animali ,incominciate da voi stessi

  8. ciao giovanni, questo è un blog che supporta lo stile di vita vegan. quindi non consideriamo affatto il NON cibarci di animali come contronatura, anzi. in ogni caso, paragonare la vita di una creatura biologicamente identica a noi (l’animale) a quella di un virus, un batterio, una pianta, che non ha neppure sistema nervoso centrale, è un paragone che non sta in piedi. tu sei libero di alimentarti come ritieni, ci mancherebbe, ma sii coerente e di’ che ami “alcuni” animali: quelli che NON consideri cibo. in ogni caso, certamente in rete esistono blog sui cani, gatti o cavalli che non parlano di antispecismo o veganismo (come questo), dove ti troverai meglio. un saluto!

  9. No al maltrattamento sono assolutamente in accordo con voi, ma dire non mangiarli no, è contro natura! Anche io amo gli animali ma non potrei mai smettere di nutrirmi di essi!!! In fin dei conti una pianta è anchesso un essere vivente come lo è qualunque altra forma di vita sul pianeta, virus e batteri compresi!!!

  10. Spero che il disagio e la sofferenza di questi poveri animali si trasformino in malattie serie per le persone

  11. PERFAVORE, VI PREGO……..CERCATE DI RAGIONARE……LORO POVERE ANIME NON DEVONO RIMETTERCI DI PIU’, NON DEVONO DARCI DI PIU’ DI QUELLO CHE GIA’ CI DANNO….ASSOCIAZIONI DATE VOCE A QUESTI ANGELI !!

  12. nessun animale dovrebbe morire così… nessuno merita questo.

  13. hai completamente ragione, purtroppo.

  14. Che tristezza immane

  15. E’ già molto difficile aprire gli occhi alla gente comune e far capire loro l’atroce catena di montaggio che c’è dietro il consumo animale. Ed è, purtroppo, inverosimile sperare che qualcuno abbia compassione per questi esseri che vanno a morire. Non sono più considerati esseri viventi, nè da reddito, si sono trasformati in merce.

  16. cazzo però…gli animali li dovrebbero lasciar passare…non si può ternerli in quelle condizioni ancora più tempo del dovuto…già nelle normali condizioni subiscono i peggiori stress..prolungargli la sofferenza è da bastardi

  17. La foto che ritrae questo povero cavallo in preda ad ogni tipo di maltrattamento mi lascia senza fiato…Fosse per me nessuno mangerebbe carne equina. Certo l’opportunismo umano non ha limiti prima sfrutta gli animali per farli gareggiare o altro….. e poi quando non servono più via al macello!!! Il cavallo è un animale molto intelligente, sensibile e estremamente affettuoso anche se alcuni ritengono il contrario dovrebbe essere protetto!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com